domenica 28 agosto 2011

AMARO - Damâr - Friuli Venezia Giulia


La piazza di Amaro
              
AMARO - Comune della provincia di Udine - Friuli Venezia Giulia - Italia Nord Orientale

Damâr... dal latino amarus, aspro, poco fertile, difficile da dissodare... un sito ubertoso... Amaro.
Amaro si trova lungo la Strada Statale 52 che da Stazione di Carnia porta a Tolmezzo.
La prima domanda per chi lo attraversa è quella di come possa nascere un agglomerato abitativo in tale posizione geografica, vicinissima alla confluenza di due corsi d'acqua rilevanti: il Fella, che scende dal Canal del Ferro e il Tagliamento che ne assorbe le acque per convogliarle a spartire il Friuli di pianura.


Amaro - Confluenza del fiume Fella nel Tagliamento
     
La risposta non è difficile per quanti conoscono la storia delle giurisdizioni patriarcali: verso la fine del Trecento, gli abitanti di questo paese hanno l'obbligo di tener sul Fella "o ponte o barca" per la necessità di un sistema viario che, proprio in quella zona, aveva particolari esigenze.
In cambio di questa responsabilità, il Patriarca concedeva alla comunità di Amaro il privilegio di sfruttare e godere delle risorse del monte Amariana, che prende il nome dal paese stesso.
Questa funzione di collegamento e di raccordo su una delle principali vie di comunicazione con il centro Europa, è certamente più antica di questa donazione patriarcale: Amaro deve aver avuto da sempre il servizio di traghetto con barche su queste acque, che hanno sempre avuto bisogno di attenzione e di manutenzione.

Fontana Grande del 1697


Di sicura provenienza romana è il documento sepolcrale che un secolo fa è stato portato alla luce in quest'antica strada denominata "la pedrata": si tratta di una testimonianza della "gens Ammonia" che su questa "via carnica" ha lasciato il suo nome, negli infiniti itinerari di soldati e di coloni che risalivano le valli, di cui Amaro costituiva anche allora la porta d'entrata principale.
Anche oggi Amaro è svincolo per la moderna autostrada Alpe-Adria che arriva al confine austriaco.
Merita una visita alla chiesa di San Nicolò, alla chiesetta della Maina, dove si può ammirare un affresco della Madonna con Bambino del XVI secolo, e alla chiesa di San Valentino.


Chiesa di San Nicolò

Il 6 dicembre si festeggia San Nicolò, il Patrono di Amaro.


A questo comune è stata conferita la medaglia d'oro al merito civile.

«In occasione di un disastroso terremoto, con grande dignità, spirito di sacrificio ed impegno civile, affrontava la difficile opera di ricostruzione del tessuto abitativo, nonché della rinascita del proprio futuro sociale, morale ed economico. Splendido esempio di valore civico e d’alto senso del dovere, meritevole dell’ammirazione e della riconoscenza della Nazione tutta.»




__________________________________________________________________

Nessun commento: