venerdì 26 agosto 2011

FAGAGNA (Feagne) - Friuli Venezia Giulia

Castello di Fagagna


     
FAGAGNA (Feagne in friulano) è un comune italiano di 6.319 abitanti
Provincia di Udine - Friuli-Venezia Giulia

Frazioni: Battaglia, Ciconicco, Madrisio, Villalta

Santo patrono - San Giacomo



A guardarla oggi, Fagagna, dalla statale che da Udine porta a Spilimbergo, ha tutta l'aspetto di una signora aristocratica in riposo sull'arco morenico, segnato da un'elegante torre campanaria che pare una guardia perennemente in attesa.

Antica più di quanto raccontino i documenti scritti, è circondata da un territorio ricco di pezzi archeologici celti prima e romani poi.

Panorama del centro di Fagana
    
Il suo stesso nome pare certo derivare da un albero, il "fagus" (faggio) che qui doveva abbondare.

I Longobardi dovettero essere presenti con un preciso punto fortificato, che nei secoli posteriori non ne impediva, come nel resto della pianura friulana lo sviluppo.

Ma i documenti sembrano avere poco fortuna, almeno fino al 983, quando Ottone II stende un diploma di riconferma al patriarca Rodoaldo per il possesso del castello di Fagagna (assieme ad altre località); anche questa volta il "castello" che viene sottolineato, in un sistema di difese che si deve tenere sempre preparate, avvalendosi di famiglie nobili.


Un rudere del castello di Fagagna 


    
Nella metà del secolo tredicesimo, il Castello di Fagagna si macchiò di tradimento nei confronti del Patriarca, concedendosi al potente Ezzelino da Romano, signore della marca trevigiana. Ne derivano vendette da molte parti, fino alla conquista della Serenissima: l'ultima vicenda che tocca il Castello è il "giovedì grasso" del 1511, quando fu bruciato e saccheggiato dalla rivolta contadina.
Da allora, le mura in rovina servirono da zona ricchissima di pietre per la costruzione di case di paese e soprattutto di edifici pubblici.
E Fagagna seguì le vicende comuni alla gente friulana


La corsa degli asini


Alla fine dell'Ottocento e nei primi decenni del Novecento, fiorì a Fagagna una scuola di merletto, originale iniziativa, e fiorente, dovuta ad un'idea della contessa Cora di Brazzà e contemporaneamente nascevano iniziative popolari: la più nota e applaudita, ancora viva e seguita "la corsa dai mùs" (la corsa degli asini) che si svolge la prima domenica di ogni settembre.


Cjase Cocel


Ma quello che mi attira maggiormente di Fagagna è il museo contadino di Cjase Cocel, dove l'anno scorso ho passato una mattinata con mio figlio in mezzo alla vita domestica dei contadini, rivivendo abitudini e valori ormai dimenticati. Ho rivissuto la giornata della trebbiatura che mi ha riportato indietro nel tempo, riscoprendo così la ricchezza e la pienezza dei gesti quotidiani radicati nella tradizione contadina del mio Friuli.


Chiesa di Madrisio

Castello di Villalta


Chiesa San Rocco - Ciconicco
___________________________________________________________________

1 commento:

nino p. ha detto...

ci ho passato parecchi mesi quando ero militare, ho bellissimi ricordi