martedì 6 settembre 2011

CERVIGNANO DEL FRIULI (Sarvignàn) - Provincia di Udine

CERVIGNANO DEL FRIULI
Çarvignan in friulano, o Sarvignàn nella variante locale, dal latino Cervenianum

Comune della provincia di Udine

Abitanti - 13.000 circa

Festa patronale: 29 settembre San Michele

Frazioni: Muscoli, Scodavacca, Srassoldo




Cervignano del Friuli costituisce oggi il più importante centro economico e abitativo della Bassa Friulana, lungo la sponda del fiume Aussa, posizione che gli fu favorevole fin dai più antichi tempi, in un territorio ricco di verde, con una storia che corre parallela, se non unita, a quella della romana Aquileia.
Secondo l'etimologia era un terreno posseduto dalla Gens Serviliana o della Gens Cervia..., da qui Cervenianum, e doveva rappresentare un ottimo spazio materiale per riposo e quiete, fuori della popolosa metropoli aquileiese.

  
Fiume Ausa
  

Le acque dell'Aussa sono state a lungo navigabili, permettendo un facile raccordo tra i porti dell'Adriatico e dell'entroterra.
Ma anche le tragedie di Aquileia, aggredita da Unni, Ostrogoti, Eruli, Goti e Longobardi, dovettero essere condivise da Cervignano.
    
   
Duomo di Cervignano
  

Ebbe un momento di splendore con la Bibbia di San Michele Arcangelo, fondata dal Duca Grimoaldo e poi distrutta nel decimo secolo dalle invasioni ungare: ci rimangono lacerti musivi di un pavimento, scoperto nel 1915.
Era la più antica abbazia di Benedettini sorta in Friuli.
Se ne interessò molto il grande patriarca Poppo, il ricostruttore della Basilica di Aquileia.
Ma nemmeno queste attenzioni salvarono la zona e le sue popolazioni dalla malaria e dal degrado ambientale.
E invano resistettero famiglie e monache benedettine.
Ci pensò l'Austria a fare a Cervignano una "dogana" sulle acque dell'Aussa per le barche veneziane che risalivano dal mare.


Il ponte sull'Ausa


       
Chiesa di San Michele
    
E fu porto fiorente fino alla nuova affermazione dello scalo di Trieste.
(Le persone anziane del Friuli serbavano una tranquilla nostalgia dell'impero Austro-ungarico).

Nelle vicende che portarono all'unità nazionale, Cervignano ebbe un ruolo importante e nel 1915 divenne importante centro militare, nodo ferroviario di smistamento per merci e truppe: la città ebbe la Croce al merito di guerra.

Cervignano, oggi, è diventato il più grande scalo ferroviario dell'Italia Nord-Orientale.
     
Scodavacca - Villa Chiozza
   

La chiesa di Scodavacca

             
Muscoli - La Chiesa di San Zenone
    
Mulino di Strassoldo
       
Castelli di Strassoldo
     





EVENTI

Mercatino dell'usato ogni prima domenica del mese (Bielonon).
Organizzazione: Pro Loco di Cervignano del Friuli.






     
Pignarûl: la sera del 5 gennaio si celebra un rito pagano.
Vengono accesi i tradizionali falò epifanici in cui si "profetizza" come sarà il nuovo anno.








        
Carnevalfest: a Carnevale, il Ricreatorio San Michele, con il patrocinio del Comune e la partecipazione di diversi gruppi locali e di altri comuni, organizza la tradizionale sfilata di carri allegorici e gruppi mascherati per le vie della città.


     
In primavera: fiori, acque e castelli: rassegna d'aprile a Strassoldo.



     
Terra e fiume: a maggio, week-end di esposizioni nautiche, degustazioni enogastronomiche e spettacoli di vario genere.

Torneo dei borghi: durante tutto il mese di giugno, ad anni alterni, gli 8 borghi della cittadina si sfidano in una serie di competizioni sportive quali: ballo, calcetto, canoa, ciclo-longa, carte, basket, pallavolo, bocce, giochi per bambini.

Ballo in piazza: da giugno ad agosto, in piazza Indipendenza doppio appuntamento settimanale con le serate danzanti.

   
Giornata medievale: prima domenica di settembre a Strassoldo.
Rievocazione storica in costume, mostra-mercato d'antiquariato.




      
Frutti, acque e castelli - Rassegna 22 - 23  ottobre 2011 a Strassoldo

    
Fiera di San Martino: la storica e più importante rassegna cervignanese si tiene per le vie della cittadina verso la metà di novembre (domenica e lunedì successivi all'11), con la presenza di numerosi stand, bancarelle, chioschi enogastronimici e lunapark.


    
Mercatino di Natale e Capodanno in piazza: ogni weekend di dicembre fino all'Epifania e serata di San Silvestro.

___________________________________________________________________

Nessun commento: