venerdì 16 dicembre 2011

PALMANOVA - La città stellata (The star-shaped city)

   
Palmanova (Palme in friulano) è un caratteristico centro del basso Friuli di circa 5.500 abitanti (provincia di Udine). E' un magnifico esempio di città-fortezza, ed è chiamata la città stellata per la sua pianta poligonale a stella con 9 punte, è a forma stellare, cinta da cortine con intatti baluardi difesi da 18 mezzelune e un profondo fossato..., completata nel 1682, fu ampliata nel 1806 da Napoleone. Al centro c'è una vasta piazza esagonale, ornata dio pilo-porta-stendardo e di statue seicentesche e dominata dal Duomo, su disegno di B. Longhena o dello Scamozzi (1615), restaurato nel 1978.
  
Palmanova - Porta Udine 
  









Palmanova - Porta Cividale
     
Palmanova - Porta Aquileia
  


Dalla piazza partono 6 strade a raggiera, di cui tre conducono alle monumentali porte dello Scamozzi (Porta Udine - Porta Cividale - Porta Aquileia).
Dal 1960 è monumento nazionale. 

Ormai fa parte della nobiltà del paesaggio di un Friuli che, accanto alle prestigiose affermazioni della Repubblica di Venezia, conserva uno dei più ambiziosi - e fortunatamente artistici - monumenti di potenza realizzati nel tardo Cinquecento: e felicemente rimasto integro nel suo complesso urbanistico. Progettata da diversi architetti, ma attribuita come paternità allo stesso Giulio Savorgnan che lavorò per Osoppo, Palma nacque nel 1593 come fortezza destinata alla difesa delle terre orientali della Serenissima. 
Durò circa vent'anni la sua realizzazione, ma per quei tempi fu un'opera di impressionante e ammirata piazzaforte in tutta Europa.
Circondata da un fossato largo trentasette metri, per l'intero perimetro delle strutture fortificate, ha la forma di una stella a nove punte, con relativi nove bastioni di possente fattura: autentico capolavoro di ingegneria militare, secondo i canoni del rinascimento italiano. 
Portata a termine con infiniti sacrifici dalla popolazione locale e con oneroso intervento della stessa Repubblica Veneta, Palma - inaugurata il sette ottobre, anniversario della battaglia di Lepanto contro i Turchi - ebbe una vita tranquilla per i suoi abitanti: non ebbe mai quei ventimila soldati per i quali era stata concepita e la sua piazza (magnifica) non
trovò mai occasione di vedere una così grande concentrazione bellica. Restò un baluardo in attesa di una grande battaglia che non venne mai. Ma questo non toglie nulla alla sua bellezza urbanistica.
Vi sostò Napoleone nel 1797 e ospitò francesi contro gli austriaci. 
Nel 1798 divenne Palmanova e attraversò le sue tre bellissime porte di accesso passarono soldati e generali più come segno di spostamenti di confini e di bandiere che di grandi eventi militari.
  
Duomo Palmanova
  


Il Duomo e la piazza esagonale, i bastioni e la geometria del suo disegno urbanistico, ne fanno un richiamo affascinante per quanti vogliono conoscere una fortezza militare dei secoli dei grandi scontri tra imperi europei.
  
Uno scorcio della Piazza di  Palmanova
    


Il Civico Museo Storico, nato nel 1926, è allestito nel Palazzo Trevisan. Raccoglie interessante materiale (documenti, monete, armi antiche) riguardante la fondazione e la vita della fortezza nei quattro periodi: veneziano, napoleonico, austriaco e italiano.
  
Panoramica della Piazza di Palmanova
  




Eventi 

Sapori di Storia, Storia di Sapori - Maggio, stands eno-gastronomici, esposizione di prodotti di aziende del territorio, fiera-mercato

Guarda Che Luna, note immagini e brindisi a Palmanova - Giovedì, venerdì e sabato sera dei mesi di giugno, luglio ed agosto, musica e cinema in piazza, mostre d'arte, visite guidate alla Fortezza, concorsi di bellezza, degustazioni di vini

Rievocazione storica  - La seconda domenica di luglio, si svolge dagli anni settanta

Mostra mercato di stampe antiche - Agosto, presso la Polveriera Napoleonica di Contrada Foscarini

Anniversario della fondazione della Fortezza -  7 ottobre, coincide con la data del Santo Patrono che è Santa Giustina

Fiera dei sapori Friulani - Ottobre, stands enogastronomici con esposizione di prodotti di aziende del territorio..., pedalata dei sapori..., Luna-Park..., fiera-mercato..., Non solo sposi

Mercatini di Natale - “Palma on ice”, dicembre
  
Porta Udine

2 commenti:

Marianna S. ha detto...

ci ritorno...eccome se ci ritorno...sono incerta se farlo durante il periodo di "Guarda che luna" o in quello della "Fiera dei sapori Friulani"...ciao furlan :-*

Ondamagis ha detto...

sai già che adoro la tua regione, ma qui, purtroppo, non ci sono ancora stata e invidio mio padre per averla vista, seppur da militare.
Ciao Loris, buon proseguimento