sabato 7 gennaio 2012

RANGOON - SHWEDAGON - LA PAGODA D'ORO (The Golden Pagoda)


   
Rangoon (2.460.000 ab.), capitale della Birmania, di cui è il principale centro industriale, commerciale e culturale oltre che la città più densamente popolata.
E' situata sulla riva destra del fiume Pegu ed in parte sui canali del delta del fiume Irrawaddy, sui resti dell'antico villaggio birmano di Yankon (da cui derivò l'attuale denominazione inglese di Rangoon). 
Un tempo la città era sulla riva del mare. Ora, dato l'avanzamento del fiume Irrawaddy, la capitale è venuta a trovarsi sul delta, che dista 34 km dall'Oceano Pacifico. Rangoon si presenta come una grande città dell'Oriente che alterna i suoi quartieri di affari e residenziali, modernamente costruiti all'europea, con le antiche costruzioni dei tempi passati: pagode magnifiche sorgono in tutti i quartieri. La più maestosa (è l'edificio più grande di tutta la città) è la Pagoda di Shwe-dagon, o Pagoda d'oro. Un intricato dedalo di canali percorre in ogni senso la città aumentandone la suggestione. 
Rangoon è il principale porto della Birmania e uno dei più importanti dell'Asia. Essa è collegata al corso fluviale dell'Irrawaddy mediante due grossi canali navigabili.
  


   
LA PAGODA D'ORO

Rangoon, capitale della Birmania, è stata per millenni quasi esclusivamente un centro religioso.
La pagoda di Shwedagon, o Pagoda d'oro, il più straordinario monumento religioso dell'Estremo Oriente, domina la città. Si tratta dei principale luogo di culto della Birmania e rappresenta la meta di continui pellegrinaggi da ogni parte del Paese. 
Costruita nel VI secolo, è stata riedificata diverse volte e ingrandita. Sorge su una collina alla periferia della città e vi si accede a piedi attraverso quattro porte custodite da statue di animali con le fauci spalancate. 
Una scalinata di 150 metri ornata di statue dorate, immagini sacre, libri di preghiera, fiori, incenso e candele, conduce ad un largo piazzale.
  
Statua del Buddha, pagoda Shwedagon, Yangon
   
Al centro di esso sorge l'imponente cupola della pagoda, rivestita da lamine d'oro. 
La cupola misura 107 metri di altezza e contiene le reliquie del Buddha. 
Attorno ad essa si innalzano 1500 pagode più piccole, costruite dai fedeli. 
L'intero monumento si presenta così come un insieme di costruzioni grandi e piccole, irto di guglie, statue e cappelle.
I fedeli, che possono entrare nella pagoda solo a piedi scalzi, pregano e depongono le loro offerte nella piazza avvolta dal profumo penetrante dell'incenso.
  
Yangon - Monaco in meditazione 
  


La pagoda è custodita dai bonzi, monaci buddhisti con il cranio rasato che indossano una tunica gialla e vivono unicamente delle offerte in natura dei fedeli. Rappresentano la guida spirituale del popolo, aiutando, consigliando e occupandosi dell'istruzione dei giovani.

Nessun commento: