domenica 19 febbraio 2012

Frank LLOYD WRIGHT - ARCHITETTURA ORGANICA (Organic Architecture)


Frank Lloyd Wright

   
    
Il secolo scorso ha avuto due grandi correnti architettoniche: quella razionalista e quella organica. Con quest'ultimo termine si intende un'architettura che cerca un rapporto armonioso, organico appunto, con la natura circostante. A differenza dei razionalisti, i protagonisti della corrente organica non partono da un progetto preciso, studiato secondo dei criteri validi in astratto, ma considerano l'edificio come un organismo che cresce e si sviluppa in armonia con le caratteristiche dell'ambiente, sino quasi a mimetizzarsi con esso. Inoltre questi architetti non vogliono realizzare edifici basati su cubi e altri solidi semplici e in generale non utilizzano piani e superfici che si intersecano formando angoli di 90 gradi ma si servono di linee curve e di angoli acuti ed ottusi. Infine preferiscono non usare i nuovi materiali introdotti dalla tecnologia come l'acciaio e il cemento armato e li sostituiscono con materiali tradizionali che si accordano meglio con l'ambiente naturale: la pietra, il legno, i laterizi. Il legame tra i razionalisti e gli organici esiste comunque, e consiste nel fatto che entrambi considerano importantissima la funzionalità: in altre parole, nel progettare gli edifici bisogna tener conto soprattutto della funzione a cui sono destinati.
  
Prairie House


    
Il maggior rappresentante dell'architettura organica fu l'americano Frank Lloyd Wright (1869-1959), che cominciò a lavorare a Chicago nello studio di Louis Sullivan, un progettista che appunto prestava molta attenzione alla funzione di un edificio, oltre che alla forma. Negli anni Dieci del Novecento, Wright costruì le prime opere importanti, le Prairie Houses (letteralmente: Case della Prateria), case di campagna unifamiliari progettate per il ceto medio, che l'architetto considerava in espansione, ed hanno uno “slancio verticale e una fluidità spaziale che supera i muri e coinvolge anche il giardino” .
Dal 1914 al '22 lavorò in Giappone, Paese che aveva già visitato anni prima e la cui architettura tradizionale lo aveva profondamente influenzato.
  
Pennsylvania - Casa Kaufmann - Fallingwater - Frank Lloyd Wright


    
Tornato in America, negli anni trenta Wright progettò i suoi capolavori, tra cui la Casa Kaufmann (Fallingwater Casa sulla cascata), la più famosa delle sue ville, sospesa sopra una cascata, in cui dunque il rapporto tra natura e architettura giunge ad un altissimo grado di integrazione.
  
Guggenheim Museum di New York


      
L'opera più significativa dell'ultimo periodo di attività per Wright è il Guggenheim Museum di New York, concluso nel 1959. All'esterno, il corpo principale dell'edificio è costituito da un enorme tronco di cono rovesciato, circondato da quattro fasce in cemento armato. L'interno presenta un grande salone circolare illuminato dall'alto; perimetralmente una balconata continua sale con una rampa per cinquecento metri. Lungo la balconata si aprono delle nicchie in cui sono esposte le opere. Al visitatore basta camminare e tutto gli si presenta davanti nell'ordine migliore.
  
Johnson & Son


    
Tra il 1936 e il 1939 Wright progettò a Racine l'edificio per uffici della ditta Johnson & Son.
Notiamo, nel grande salone, la particolarità degli originali pilastri “a fungo”, che sostengono il luminoso soffitto.


OPERE PRINCIPALI

Annunciation Greek Orthodox Church, Wauwatosa, Wisconsin, 1956–1961
Beth Sholom Synagogue, Elkins Park, Pennsylvania, 1954
Child of the Sun, Florida Southern College, Lakeland, Florida, 1941–1958
Dana-Thomas House, Springfield, Illinois, 1902
Darwin D. Martin House, Buffalo, New York, 1903–1905
Dr. G.C. Stockman House, Mason City, Iowa, 1908
Edward E. Boynton House, Rochester, New York, 1908
Ennis House, Los Angeles, 1923
Fallingwater (Edgar J. Kaufmann Sr. Residence), Bear Run, Pennsylvania, 1935–1937
First Unitarian Society of Madison, Shorewood Hills, Wisconsin, 1947
Frank Lloyd Wright Home and Studio, Oak Park, Illinois, 1889–1909
Frank Thomas House, Oak Park, Illinois, 1901
Gammage Auditorium, Tempe, Arizona, 1959–1964
Graycliff. Derby, New York, 1926
First Jacobs House, 1936–1937
Herbert F. Johnson Residence ("Wingspread"), Wind Point, Wisconsin, 1937
Hollyhock House (Aline Barnsdall Residence), Los Angeles, 1919–1921
Imperial Hotel, Tokyo, Japan, 1923 (demolito, 1968; ingresso costruito a Meiji Mura vicino Nagoya, Japan, 1976)
Johnson Wax Headquarters, Racine, Wisconsin, 1936
Kenneth Laurent House, l'unica casa di Wright progettata per portatori di handicap
Kentuck Knob, Ohiopyle, Pennsylvania, 1956
Larkin Administration Building, Buffalo, New York, 1903 (demolito, 1950)
Marin County Civic Center, San Rafael, California, 1957–1966
Marshall Erdman Prefab Houses, in varie località, 1956–1960
Midway Gardens, Chicago, Illinois, 1913 (demolito, 1929)
Clubhouse at the Nakoma Golf Resort, Plumas County, California, disegno del 1923; aperto nel 2000
Park Inn Hotel, Mason City, Iowa, 1910
Price Tower, Bartlesville, Oklahoma, 1952–1956
Frederick C. Robie Residence, Chicago, Illinois, 1909
R.W. Lindholm Service Station, Cloquet, Minnesota, 1958
Solomon R. Guggenheim Museum, New York City, 1956–1959
Taliesin, Spring Green, Wisconsin, 1911 & 1925
Taliesin West, Scottsdale, Arizona, 1937
The Illinois, mile-high tower in Chicago, 1956 (non costruito)
Unity Temple, Oak Park, Illinois, 1904
Usonian homes, various locations, 1930s–1950s
V. C. Morris Gift Shop, San Francisco, 1948
Westhope (Richard Lloyd Jones Residence, Tulsa, Oklahoma, 1929
William H. Winslow House, River Forest, Illinois, 1894
Ward Winfield Willits Residence, Gardener's Cottage e Stables, Highland Park, Illinois, 1901


VEDI ANCHE . . .







ALVAR AALTO e la città moderna moderna

3 commenti:

TheSweetColours ha detto...

Mi sto facendo una cultura... ENE heh

Anonimo ha detto...

You can certainly see your skills within the work you write.
The arena hopes for more passionate writers like
you who aren't afraid to say how they believe. All the time go after your heart.


Also visit my homepage - managed carefully

Anonimo ha detto...

Very good article. I am going through some of these issues as well..


Feel free to visit my webpage monarch dental Elk Grove