domenica 12 febbraio 2012

COSTIERA AMALFITANA - Amalfi, Positano, Ravello (Amalfi Coast)

      
Nel tratto di scogliera che tra strapiombi rocciosi e terrazze di vegetazione lussureggiante si snoda, come una serpentina colorata, per 50 km da Punta Campanella a Capo d'Orso sono racchiusi gli splendori di un glorioso passato di storia e d'arte.

Amalfi, Positano, Ravello, tre perle, non certo le uniche, della riviera evocano con i loro monumenti - cattedrali, chiostri, palazzi, conventi - antiche memorie di guerre e conquiste, di commerci e crociate contro gli infedeli.
Nelle architetture amalfitane richiami arabi, normanni e orientali si fondono con elementi della tradizione locale a testimonianza di secolari e continui contatti con civiltà lontane.


AMALFI

Panorama di Amalfi

   
Duomo di Amalfi
    
Amalfi fu infatti la prima delle Repubbliche marinare italiane, piccola ma coraggiosa e intraprendente, condizionata nelle sue mire espansionistiche soltanto dalla ristrettezza geografica del suo territorio.
Assolutamente da visitare nella cittadina sono: il Duomo, di antichissima origine ma profondamente rimaneggiato nei secoli, con il campanile (1180-1276) e l'annesso chiostro del Paradiso (XIII secolo) costruito come cimitero delle famiglie nobili di Amalfi, in suggestivo stile moresco; gli ex conventi - ora raffinati alberghi - dei Cappuccini e della Luna, con chiostri del 1200..., l'Arsenale della Repubblica, di sapore gotico..., il Museo civico dove è esposta la famosa Tabula Amalphitana, raccolta di leggi di navigazione e della normativa in campo di diritto marittimo della Repubblica amalfitana.


POSITANO


    
Positano è una cittadina cresciuta - come tutte le altre della costiera - in verticale lungo le quinte scoscese degli aspri Monti Lattari. 
Scalinate "lunghe, lunghe", come recita una canzone napoletana, percorrono il pittoresco abitato che si affaccia - senza alterare l'armonia del paesaggio - su di un piccolo golfo, stretto tra la punta Germano e il capo Sottile.
Sui grappoli di case colorate -  a forma cubica dalle tipiche coperture orientaleggianti, con caratteristici portichetti e stradine, sovente a scalinata - si eleva la cupola rivestita di maiolica smaltata policroma della parrocchiale di Santa Maria Assunta, il cui campanile presenta un interessante bassorilievo del XIII secolo con raffigurazioni zoomorfe.
   
Positano - Cupola del duomo di Santa Maria Assunta
    



RAVELLO

Palazzo Rufolo

   
Giardino Villa Rufolo
    
Ravello si inerpica su di un colle a 350 metri sul mare, ed offre uno degli spettacoli più panoramici della costiera. Importante centro culturale, ospita durante la stagione estiva manifestazioni musicali di grande rilievo e suggestione.    
Da vedere: Il Duomo (XI secolo, rifatto alla fine del XVIII secolo), con preziosa porta in bronzo di Barisano di Trani (1179) e, all'interno, pergamo decorato e scolpito (1272) e ambone bizantino (1130) ornato di mosaici...., Santa Maria a Gradillo (XII secolo)..., San Giovanni del Toro (XI secolo, rifatta nel 1700) con pergamo del XII secolo.  
Palazzo Rufolo (XIII secolo), singolare complesso di edifici eretti a varie riprese in stile arabo-siculo. Il cortile quadrato, simile ad un chiostro, presenta una ricca decorazione policroma sovrastante una loggia a colonnine binate. Intorno si apre il meraviglioso giardino (conosciuto anche come Giardino dell'Anima),  adorno di fiori e rare piante esotiche, che rivaleggia con il secondo bellissimo giardino di Villa Cimbrone (costruita con materiale di recupero), vero e proprio 'balcone' sospeso tra cielo e mare.
  
Panorama dalla Terrazza dell'Infinito di Villa Cimbrone

  
Villa Cimbrone 

  
Villa Cimbrone 
    

2 commenti:

TheSweetColours ha detto...

la MIA costiera!

Anonimo ha detto...

la ...divina costiera :)) R.