lunedì 6 febbraio 2012

MACHU PICCHU - La città degli Incas (The city of the Incas)


   
Città degli Incas, scoperta nel 1911 dall'archeologo statunitense Hiram Bingham. Di enorme interesse ed importanza archeologica, le sue rovine si trovano a circa 80 km a nord-ovest di Cuzco, arroccate tra le cime del Monte Machu Picchu e dell'Huayna, nelle Ande peru­viane.
  
Tempio della Luna sul Huayna Picchu, nei pressi di Machu Picchu


    
La città costituisce una testimonianza vivente della cultura incaica: grazie alla sua difficile accessibilità: gli Spagnoli non riuscirono infatti ad identificarne I'ubicazione. Scarse sono le notizie sulle origini di Machu Picchu: le mastodontiche mura che circondano l'ag­glomerato urbano fanno comunque pensare ad una città santa oppure ad un avamposto fortificato.
   


   
Vi si accede soltanto da un por­tale di legno massiccio per mezzo di una scalinata in granito di oltre 150 gradini, che divide la città in due parti e ne forma l'asse viario principale, collegando la «piazza sacra» alla collina della stele.
   

   
Machu Pícchu fu costruita sulla roccia con blocchi di pietra connessi senza malta, e venne dotata di una complessa rete idrica.
  
Intihuatana


    
Monumenti principali sono: l'Intihuatana, tempio del sole ed osservatorio astronomico, una stele conica, i sontuosi edifici della famiglia reale e I'insíeme di piazze, edifici sacri e fontane, realizzati median­te un'ingegnosa opera di terrazzamento.
Le abitazioni erano raggruppate per clan e - particolare caratteristico dell'architettura incaica - ricoperte di paglia.
  

       

Nessun commento: