martedì 21 febbraio 2012

RUVENZORI (Ruwenzori)


    
Il Ruvenzori e la sua foresta

Il centro dell'Africa è uno dei più meravigliosi paesi del mondo. Trovandosi sopra un immenso altopiano, a circa 1000/1300 metri, il clima vi è ampiamente sopportabile.
Su questo altopiano si ergono tre massicci principali: il Kilimangiaro, il Kenya, il Ruvenzori.
Il Kilimangiaro e il Kenya, relativamente vicini alle coste orientali dell'Africa, erano ben noti negli antichi tempi; non così il Ruvenzori, essendo assai più addentro nel Continente e quindi, allora, assai più difficile da raggiungere. Gli antichi mercanti arabi, che nei secoli passati venivano in queste regioni soprattutto per la tratta degli schiavi, giungevano in genere alle coste orientali del Lago Vittoria; ma qualcuno, più ardito, si era spinto sino al Lago Alberto e di là, un bel mattino, aveva scorto le vette scintillanti di neve e di ghiaccio. 
E si era detto: “Come, neve e ghiaccio nel centro dell'Africa? Sarà una illusione!”.
Ma poi altri, più tardi, vennero e fu così confermata l'esistenza di quelle montagne.
   


    
Nel 1888 lo Stanley, il più grande esploratore inglese, che andò in Africa alla ricerca dello sperduto Livingstone, vide anch'egli un mattino qualcosa che brillava su nell'atmosfera. Chiese a un indigeno che cosa ciò fosse, al che il negro rispose che era ... sale! Ma un altro dei suoi portatori disse invece Ruvenjura che in lingua bantu significa il re delle piogge. E Ruvenjura si trasformò poi in Ruvenzori. 
Il nome dice tutto: piogge, piogge torrenziali, piogge continue. L'evaporazione immensa dei grandi laghi equatoriali si condensa nelle alte sfere e ricade poi sotto forma di precipitazioni: in alto neve, in basso piogge. 
   
La foresta del Ruvenzori


    
La Catena del Ruwenzori o Ruvenzori (o anche Montagne del Ruwenzori o Ruvenzori) è una piccola catena montuosa dell'Africa centrale, posizionata al confine tra Uganda e Repubblica Democratica del Congo. Le cime più alte arrivano a una altezza di 5.109 metri, e sono perennemente innevate.
Le montagne del Ruwenzori sono anche conosciute come Montagne della Luna, nome già menzionato in un scritto di Tolomeo.
Il Ruvenzori è l'unica montagna equatoriale ove si può dire che nevichi quasi ogni giorno, tutto l'anno; e quasi ogni giorno piove a dirotto nelle sottostanti foreste. Per questo la selva del Ruvenzori è straordinariamente rigogliosa.
  


     
Con la mia fantasia ho attraversato molte foreste in ogni parte del mondo: le selve del Kilimangiaro e del Kenya; le giungle di Giava, Sumatra, Borneo; le foreste di canfora dell'isola di Formosa; i boschi primitivi della Nuova Zelanda; le foreste di felci arboree delle isole Hawaii. Ebbene, nulla eguaglia la foresta del Ruvenzori. Essa è almeno altrettanto impenetrabile di quella del Gran Chaco nel Brasile, ma molto più originale, molto più curiosa perchè appunto in nessun'altra foresta del mondo piove come al Ruvenzori. 
  
Loris che sogna l'amore perduto...


    
Su questa strapotente selva s'innalzano come argentee gemme le vette ghiacciate e la visione ha veramente qualcosa di straordinario, di spettacoloso...
  


Nessun commento: