lunedì 23 aprile 2012

BELLE EPOQUE – Il Modernismo (Modernism)


Modernismo” è il termine con il quale si indicano genericamente le diverse correnti artistiche affermatesi tra la fine dell’Ottocento e il primo decennio del Novecento e se ne sottolinea la comune tendenza a mettersi al passo con lo sviluppo della civiltà industriale nei suoi aspetti più innovatori.
Come per la letteratura, anche nel campo delle arti l’atteggiamento verso il passato fu di sostanziale rottura, di rifiuto degli antichi modelli ottocenteschi, sia sul piano dei contenuti che su quello dello stile.


Nell'ambito del modernismo, inoltre, venne manifestandosi una certa volontà di avvicinare l’una all’altra le arti maggiori (architettura, scultura, pittura) anche in rapporto alle loro applicazioni pratiche (edilizia, arredamento, abbigliamento, ecc.). Si ricercò una funzione nuova per la decorazione e si tentò di elaborare uno stile capace di imporsi su tutta l’area culturale europea.



Nel fervore “modernista”, infine, era chiaramente avvertibile lo sforzo di esaltare i valori spirituali di un’epoca che in realtà non sembrava lasciare molto spazio a tale generosa aspirazione.
In seguito, quando i connotati della civiltà industriale si fecero, nel bene e nel male, più netti e quando più chiare emersero le contraddizioni, il modernismo si dissolse, generando le cosiddette “avanguardie” artistiche, portatrici di concezioni radicalmente nuove.     


VEDI ANCHE . . .

BELLE EPOCHE - Art Nouveau - Urbanistica e architettura
       

1 commento: