lunedì 9 aprile 2012

BRAZZANO (Provincia di Gorizia) - Nota etimologica di paesi friulani


Chiesa di San Giorgio - Brazzano


   
Secondo Antonino di Prampero, che nel Saggio di un glossario geografico friulano dal VI al XIII secolo, Venezia 1882, raccolse le documentazioni più antiche dei principali toponimi friulani, Brazzano, nei pressi di Cormons, corrisponderebbe al Braitan (alias Bratta, Bràtianum, Brattam) del famoso documento ottoniano del 983, in cui compare per la prima volta anche il nome di Udine. Ma, stando a quanto affermano gli storici, il riferimento non è esatto, perché in quel Braitan si dovrebbe celare Brazzacco di Moruzzo, se non una località, ancora viva nel nome, nei pressi di Pozzuolo (è questa una datata opinione di Tito Miotti).
La prima attestazione sicura di Brazzano compare nel 1084, quando si nomina la Ecclesia S. Andree quae est mater Plebis de Brazzano, assieme al montem de Brazzano. 
La spiegazione del nome è abbastanza semplice: si tratta di un toponimo prediale, alla base del quale c'è il personale di origine romana Braccius o Brattius; anche il suffisso (-anu) è latino (così come per Barbana, Mortegliano e Zugliano). 
Il luogo ha un preciso corrispondente linguistico nel già citato Brazzacco di Moruzzo, dove però il suffisso (-acu) indica una presenza dominante di genti celtiche (vedi Adegliacco).