domenica 29 aprile 2012

COSEANO - Comune in provincia di Udine



Panorama di Coseano  
   
COSEANO - Coseàn in friulano, è un comune di circa 2.300 abitanti, della provincia di Udine, appartenente alla Comunità collinare del Friuli.

FRAZIONI - Barazzetto, Cisterna, Maseris, Nogaredo di Corno


Lo stemma del comune vorrebbe un rapporto con la romanità, per questo paese, con un Janus di cui si mostra il tempio: ma studiosi seri affermano che la derivazione va legata a un proprietario terriero, tale Cancilius o Cocilius. 
Certo è comunque che il segno della colonizzazione aquileiese è documentato, anche se l'apparire documentato di Coseano nei documenti è del 1202. 
Fino allora, con ogni probabilità, l'abitato si raggruppava in dimensioni ridotte attorno alla chiesa di Sant'Andrea. 
Un incendio non ben precisato spostò il paese in basso, sulle sponde del fiume Corno dove si sviluppò cercando di difendersi dalle quotidiane razzie dei tempi. 
E la popolazione, soggetta alla dominazione patriarcale, dovette sostenere non poche questioni con la confinante Silvella per la questione dei pascoli, allora unico e determinante spazio di sostentamento per questa gente, senza altre risorse economiche. 


Lo stemma di Coseano col tempietto del mitico Giano Bifronte

Il passaggio napoleonico fu, per Coseano, un'invasione di autentici ladri di bestiame e di qualsiasi altra possibilità di sussistenza: i francesi, qui, rubarono tutto, lasciandovi una specie di deserto. 
E il territorio, per due secoli, fu passaggio continuo di truppe, con le conseguenze che sono facilmente immaginabili. 
Fino al 1866, quando in tutto il Friuli si andò al plebiscito per l'annessione all'Italia, allora Coseano, unico in tutto il Friuli, votò contro: alcuni per l'influenza di un parroco, altri per un non dimenticato ricordo di esperienze "nazionali" di confini sempre portatori di negative realtà. 
Da allora il comune si porta, come definizione, il "Coseàn dal no". 
E le sofferenze di questa terra continuarono durante il primo e il secondo conflitto mondiale. 

Oggi Coseano pare avviato ad uno sviluppo economico di buone prospettive, dopo aver alimentato bene il fenomeno dell'emigrazione.
  
Barazzetto - Il campanile
   
Maseris - Chiesa di San Biagio
  
Nogaredo di Corno - Piazza IV Novembre





   
Cisterna - Piazza Monumento



   
Conclusione: Coseano a suo tempo ha votato contro l'annessione all'Italia...a ragione...

     

4 commenti:

Soffio ha detto...

Ma non scappa nessun paese alla tua ricerca!!

TheSweetColours ha detto...

che belle immagini!

Anonimo ha detto...

https://donnefurbe.wordpress.com/2015/12/23/gianna-mattiussi-e-le-sue-accuse/

Anonimo ha detto...

02649770308 Gianna Mattiussi vive a barazzetto di coseano e come si vede ama Capriccio Sensualboutique https://www.facebook.com/gianna.mattiussi/likes