domenica 8 aprile 2012

PERCOTO (Provincia di Udine) - Nota etimologica di paesi friulani



   
L'influsso dell'elemento slavo (meglio diremmo sloveno) nella toponomastica del Friuli (e nel friulano in generale), nonostante la presenza di alcuni importanti contributi a riguardo, non è stato ancora - secondo me - sufficientemente approfondito. Ciò è dovuto essenzialmente alla mancanza di studiosi qualificati, che possiedano la richiesta competenza nell'uno e nell'altro dominio linguistico. Certo è che scavando nel lessico in questi ultimi anni si sono trovate numerose parole, fino ad allora ritenute di origine sconosciuta, che si sono in realtà rivelate di provenienza slava. Esse interessano per lo più concetti collegati con il mondo rurale, quasi mai invece nozioni di carattere culturale.
Anche i toponimi di origine slava in buona parte riguardano la vita del contadino in senso lato (terminologia del terreno, attrezzi agricoli, flora, fauna, e così via. Fra i moltissimi casi che potremmo citare, ricordiamo appena il nome di Percoto (che quest'anno celebra l'ottavo centenario del documento che lo attesta per la prima volta: nel 1184 compare infatti, nella sua storia, un Jacobus de Percoto; successivamente il luogo è citato nel 1202, come advocatia de Percoto, poi nel 1211 Gastaldio de Percoto, nel 1275 in villa de Perchuit, ecc.): esso deriva da una voce, collegabile con lo sloveno p r e h o d , che significa 'guado', 'traghetto'.
Chi è pratico della zona, non farà fatica ad accostare la spiegazione proposta all'esistenza in loco del Torre, che lambisce il paese.

   

1 commento:

TheSweetColours ha detto...

interessante... tantissimi auguri di buona pasqua!