sabato 19 maggio 2012

MOGGIO UDINESE (Mueç) Provincia di Udine


Moggio Udinese - Abbazia di San Gallo
      
Moggio di Sotto


    
MOGGIO UDINESE 
(Mueç in friulano, Mosach in tedesco, Možac in sloveno)
Comune in provincia di Udine
Abitanti - 2.000 circa
Santo patrono - San Gallo
   
FRAZIONI
   
Bevorchians


    
Campiolo di Sopra

  
Dordolla


   
Rifugio Grauzaria


   
Ponticello a Moggessa

    
Un sentiero - Monticello
  
Ovedasso
  
La creta Grauzaria vista da Pradis-Chiaranda
  
Stavoli 





   
Un abitato cresciuto sulla linea di traffico che dalla Stiria e dalla Carinzia porta all'Adriatico non può che avere origini antichissime, maturate per corso di traffici in quello che oggi viene chiamato Canal del ferro (e di altri metalli). 

Moggio nasce ancora prima dei Celti e i romani, sul colle che domina alto sul fondo del fiume Fella.., dovette far da sentinella anche per le postazioni romane, con ogni probabilità un loro prezioso "castrum". 

Ed è proprio su questo colle che il patriarca di Aquileia Vodalrico I consacra, nel 1119, l'Abbazia, come emanazione dei monaci di San Gallo, in Svizzera. 

La prima dote per questa comunità fu fornita dal Conte Palatino carinziano Cacellino..., poi andò arricchendo0si in ben più vaste proprietà, giungendo a costruirsi come grande feudo, con sottoposte molte pievi..., centro politico nella Valle, non riuscì ad evitare contese durissime provocate dai suoi privilegi, dalle sue proprietà e dai suoi poteri. 

L'abate era nominato dal Papa stesso, a cui il monastero doveva obbedienza, anche se aveva facoltà di emanare statuti propri. 

Nel 1422, un patriarca discusso per i suoi comportamenti assoldò quattromila ungari e saccheggiò l'Abbazia..., ed è l'inizio di tempi di invasione, di perdite preziose e di devastazioni. 

Nel 1548 si dovette ricorrere, dopo la guerra della Lega di Cambrai, ad un totale restauro e rifacimento del complesso. 

Si dice che fra gli abati commendatori di quei secoli ci fosse anche San Carlo Borromeo, dal 1561 al 1566. 

Poi vennero i tempi del tramonto, fino al decreto del Senato Veneto che soppressero la giurisdizione dell'Abbazia nel 1773 "magno cum Mosacensium dolore". 

Quasi distrutto dal terremoto del 1976, con la sua storica abbazia, risorse negli ultimi decenni del secolo scorso, riaprendo le porte del suo complesso sacro e c'è speranza che l'Abbazia ritorni a momento e luogo di consacrazione alla vita monacale.
  
Fiume Fella



      
A Moggio Udinese è stata conferita la Medaglia d'oro al Merito Civile 

"In occasione di un disastroso terremoto, con grande dignità, spirito di sacrificio ed impegno civile, affrontava la difficile opera di ricostruzione del tessuto abitativo, nonché della rinascita del proprio futuro sociale, morale ed economico. Splendido esempio di valore civico e d'alto senso del dovere, meritevole dell'ammirazione e della riconoscenza della Nazione tutta." (Wikipedia)
  
Moggio Udinese - Il ponte sul Fella



   
Conclusione: Conoscere il Friuli... in primavera estate autunno inverno....
  

1 commento:

TheSweetColours ha detto...

Interessante...