venerdì 4 maggio 2012

OSOPPO (Osôf) - Comune della provincia di Udine

Parrocchiale di Osoppo

   
OSOPPO (Osôf in friulano)
Comune della provincia di Udine
Abitanti - 3.000 circa
Frazioni - Pineta, Rivoli
Santo patrono - Santa Colomba


Nell'alveo ormai di pianura del Tagliamento, quasi improvviso sussulto della corrente, solitario come una nave nelle acque di un mare aperto, sorge un colle di 310 metri di altezza, autentica curiosità geologica, ripida e sconnessa.

Certamente - e lo provano documentazioni archeologiche - fu da sempre, per la sua stessa natura, un luogo fortificato, destinato al ruolo di sentinella e di rifugio fin da epoche remotissime.

Nel 610, secondo Paolo Diacono, Osoppo - che come nome, sembra avere radici preromane - resiste agli Avari..., e il poeta latino Venanzio Fortunato lo ricorda per la sua originale configurazione.

Feudo dei Savorgnan nel 1328, passò sotto Venezia nel 1419.

E' da questo tempo che per Osoppo ha inizio la "Storia". Di gesta epiche e di continue lotte di resistenza..., nel 1542 Giulio Savorgnan lo fortifica, trasformandolo in baluardo protagonista dio ogni avvenimento bellico che tocca la terra friulana.
  
Risorgive di Bars a Rivoli di Osoppo


    
Famoso l'assedio delle truppe asburgiche del 1514, sostenuto vittoriosamente da Gerolamo Savorgnan.

Un momento di leggendario eroismo, Osoppo lo conobbe nel 1848, in quel vento di rivoluzione che scosse tutta l'Europa..., i patriarchi resistettero nella fortezza di Osoppo per sette mesi e quando dovettero arrendersi, ebbero sulla piazza del paese, l'onore delle armi al suono dell'inno imperiale asburgico.

E il gonfalone del comune fu decorato con la medaglia d'oro.

Abbandonata come fortezza, fu riattivata negli anni del primo conflitto mondiale, come sede di prestigio militare.
  
Il Forte di Osoppo


    
Nel secondo conflitto, diede il nome alle formazioni della Resistenza Osoppo-Friuli, come simbolo di una rivendicazione alla libertà.

"Le bombe del '48 lo hanno santificato e le sue strade riboccanti di macerie, le sue case riarse, le sue mura gettate al vento, saranno per lungo tempo ancora i testimoni della prodezza dei suoi difensori"... sono le parole scritte dallo scrittore Ippolito Nievo.
  
Tagliamento - Ponte di Braulis - Osoppo


   
Al Comune di Osoppo è stata conferita la Medaglia d'oro al Merito Civile

«In occasione di un disastroso terremoto, con grande dignità, spirito di sacrificio ed impegno civile, affrontava la difficile opera di ricostruzione del tessuto abitativo, nonché della rinascita del proprio futuro sociale, morale ed economico. Splendido esempio di valore civico e d'alto senso del dovere, meritevole dell'ammirazione e della riconoscenza della Nazione tutta.» (Wikipedia)
  
Chiesetta di San Giacomo - Osoppo



   
Inoltre: Nella prima domenica di giugno viene organizzato anche un raduno di moto storiche...


1 commento: