giovedì 14 giugno 2012

AUSTRALIA - OCEANIA MISTERIOSA (Mysterious Oceania )

     
La ripartizione tradizionale dell'Oceania, utilizzata anche dalle Nazioni Unite per dividere il mondo in macroregioni, divide quindi il continente in:

AUSTRALIA
NUOVA ZELANDA
MICRONESIA
Guam (US)
 Isole Marshall
 Micronesia
 Isole Marianne Settentrionali (US)
 Kiribati
 Nauru
 Palau
    
MELANESIA
Figi
Nuova Caledonia
Papua Nuova Guinea
Isole Salomone
Vanuatu
     
POLINESIA
Isole Cook (NZ)
 Polinesia Francese (FR)
 Wallis e Futuna (FR)
 Samoa
 Samoa americane (US)
 Tuvalu
 Tokelau (NZ)
 Tonga
 Niue (NZ)
 Isole Pitcairn (UK)
   

Altri territori dell'Oceania
Isola di Pasqua (Cile)
Hawaii (Stati Uniti d'America)
Isola del Natale (Australia)
Isole Cocos
      
LA STORIA

Il 6 marzo 1521, approdando alle isole Marianne, dopo l'avventurosa traversata dell'Oceano Pacifico, Magellano dava il via alla scoperta del lontano e misterioso mondo dell'Oceania. Più tardi, Spagnoli e Portoghesi raggiungevano altri arcipelaghi e approdavano all'isola che poi ebbe il nome di Nuova Guinea, perchè i suoi abitanti avevano la pelle scura, come quelli della Guinea africana. Nel 16o6, poi, il capitano spagnolo Luis de Torres attraversava lo stretto che oggi porta il suo nome e intravedeva l'acuminata penisola australiana di Capo York. 
  
Indigeni della Papua Nuova Guinea


   
In seguito i viaggi in Oceania divennero sempre più frequenti, ma una conoscenza concreta del Mondo Nuovissimo gli Europei l'ebbero solo dopo i viaggi di due famosi navigatori: l'olandese Abel Janszoon Tasman (1603-1659) e l'inglese James Cook (1728-1779).
Il Tasman in due viaggi successivi, tra il  1642 e il 1644, scoprì la Nuova Zelanda  e  la Tasmania, toccò la Nuova Guinea e riconobbe gran parte delle coste del continente australiano.
   
 Nuova Zelanda - Isola del Sud - Lago Matheson 


    
Il Cook, in tre memorabili spedizioni, esplorò quasi ogni angolo dell'Oceano Pacifico, percorrendolo dallo Stretto di Bering fino alle soglie dell'Antartide. Ufficiale della marina inglese, nel 1768 fu inviato nei Mari del Sud a capo di una spedizione scientifica che doveva osservare il passaggio in quei cieli del pianeta Venere. 
  
Heritage National Park  - Nuovo Galles del Sud


    
Stette in viaggio tre anni durante i quali visitò minutamente la Nuova Zelanda, ne conobbe le genti, attraversò lo stretto che oggi porta il suo nome, costeggiò un lungo tratto dell'Australia orientale, approdò nel Nuovo Galles del Sud, in una vasta baia che egli stesso chiamò del “Botanico” per l'esuberanza della vegetazione. 
  
Pesci colorati della Grande Barriera Corallina


   
Vide anche la Grande Barriera; anzi, la sua nave si incagliò su un banco di corallo e ci si dovette fermare per ripararne le avarie. Scesi a terra durante la sosta forzata, gli uomini dell'equipaggio videro animali che “spiccavano grandi salti, come fossero giocattoli. Erano i canguri.
  
Mamma canguro col suo piccolo


    
Rientrato in patria nel 1771, l'anno successivo il Cook riprese il mare e rimase lontano altri tre anni. Frutto di questo secondo viaggio fu la scoperta della Nuova Caledonia, delle Nuove Èbridi e di moltissime altre isole oceaniche. 
  
Nuova Caledonia


   
Nuove Èbridi
    
Il viaggio però ebbe soprattutto il merito di sfatare definitivamente la favola dell'esistenza di una vastissima Terra Australis che, secondo un'opinione molto accreditata, avrebbe occupato gran parte dell'Emisfero Meridionale. Per accertarne l'inesistenza il Cook si spinse fin oltre il 71° parallelo di latitudine Sud.
  
Isole Hawaii


   
Il terzo e ultimo viaggio (1776-1779) portò il Cook alla scoperta delle Isole Hawaii, da lui chiamate Sandwich in onore di un ammiraglio dell'epoca. Qui, purtroppo, il 14 febbraio del 1799, fu ucciso dagli indigeni in un'imboscata. Cadde col viso nel mare e fu fatto a pezzi.
Scrive un nostro contemporaneo: “L'unica cosa che di lui si potè ricuperare, reliquia alquanto raccapricciante, fu un braccio: il braccio vigoroso che non aveva mai perduto una nave”.
In seguito ci furono altre spedizioni e altre scoperte, ma la conoscenza dell'Oceania nelle sue grandi linee può già dirsi acquisita alla morte di Cook.
  

     
 ISOLE DELL'OCEANIA

A

Agrihan
Alamagan
Anatahan
Atollo di Midway

B

Isola Baker

C

Isole Caroline

E

'Eua

F

Farallon de Pajaros

G

Guam
Guguan

H

Hawaii
Isola Howland

I

Isola Asuncion
Isola Ford (Hawaii)
Isola Santa Isabel
Isole Chuuk
Isole della Lealtà
Isole Hall
Isole Maug
Isole Mortlocks
Isole Pattiw
Isole Samoa

M

Isole Marianne
Municipalità Isole Settentrionali

N

Namoneas
Namonuito
N cont.
Niue
Nuove Ebridi

P

Pagan (isola)
Isola di Pasqua
Isole Pitcairn

R

Rota (isola)

S

Saipan
Samoa Americane
Sarigan
Satowan (atollo)
Isole Senyavin

W

Wallis e Futuna


VEDI ANCHE . . .



1 commento:

TheSweetColours ha detto...

Interessante...