giovedì 20 settembre 2012

GEYSIR E STROKKUR - Geyser - Islanda


Haukadalur Valley




   
Nel sudovest dell’Islanda, nella valle geotermale di Haukadalur, tra oltre 50 sorgenti di acqua calda e variopinte pozze di fango si trovano due incredibili geyser, il Geysir e lo Strokkur.
Questi geyser si formarono dopo che nel 1294, durante una devastante eruzione del monte Helka a cui fece seguito un forte terremoto, nell’area si originarono, oltre a numerose sorgenti calde, i due impressionanti getti che ho citato e che ancora adesso attirano molti turisti con le loro esplosioni di vapore.

Il termine “geyser”, che sta ad indicare qualsiasi forma d’acqua che fuoriesce violentemente dal terreno, prende nome proprio dal Geysir che gli islandesi battezzarono così nel 1647 e che pare significhi  “zampillo”.
  
  

Geysir
  
A quei tempi il Geysir lanciava ripetute colonne di acqua bollente ognuna più alta della precedente, fino al getto culminante che si innalzava nel cielo fino a 60 metri, seguito dal fragore assordante del vapore. Alla fine il Geysir si quietava soddisfatto per tornare a farsi vivo dopo tre ore.

Col passare degli anni l’intervallo tra le sue emissioni divenne a poco a poco maggiore fino all’inizio del XX secolo, quando si addormentò e rimase inattivo per 30 anni.

Prima del 1990, per attirare i turisti, le eruzioni venivano ingigantite aggiungendo all’acqua del sapone, ma quando i danni all’ambiente cominciarono a diventare preoccupanti decisero, fortunatamente, di porre fine a tali pratiche. Nel 2000 un altro terremoto risvegliò il Geysir che per due giorni sbuffo getti d’acqua ad un’altezza di oltre 120 metri, ma dopo questo orgoglioso risveglio le sue manifestazioni si fecero sempre più irregolari.
  
La bolla d'acqua dello Strokkur
     
Poco distante dal Geysir c’è il più piccolo Strokkur, cioè “la zangola” che sfoggia la sua potenza ogni 10 minuti scagliando in aria acqua bollente fino a 20-30 metri. I visitatori possono osservare una bolla di acqua turchina che sale dal geyser, pronta a esplodere in uno scenografica fontana di schiuma candida e vapore.
  
Lo Strokkur si prepara ad esplodere

  
Il terreno che include il Geysir ha una storia davvero singolare. In principio apparteneva ad un contadino che nel 1894 lo vendette a un distillatore di whisky di nome James Craig il quale recintò l’area e cominciò a sfruttarla commercialmente facendo pagare un biglietto d’ingresso per poter assistere allo spettacolo naturale. Un anno dopo James Craig donò il terreno a un suo caro amico per potersi interamente dedicare alla carriera politica e divenne Primo Ministro dell’Irlanda del Nord..
Nel 1935 l’area venne venduta al regista Sigudur Jonasson, che infine lo donò al popolo islandese.
  
  

L'esplosione dello Strokkur


Il getto dello Strokkur


Grazie Marianna...


1 commento: