domenica 23 settembre 2012

GIULIANO E BENEDETTO DA MAIANO - Architetti del Quattrocento (Architects of the Fifteenth Century)


Palazzo Antinori - Firenze

Giuliano Da Maiano, nome con cui è noto l'architetto, scultore e intagliatore Giuliano di Leonardo d'Antonio (Firenze 1432 - Napoli 1490), dopo aver esordito come intagliatore (armadi di Santa Maria del Fiore a Firenze), si dedicò all'architettura, continuando e diffondendo i modelli di Filippo Brunelleschi, disegna il rinnovamento della COLLEGIATA di San Giminiano, lavora ad Arezzo, a Sarzana, a Siena, e progetta, dagli esemplari del San Lorenzo e del Santo Spirito, il DUOMO di Faenza, sorvegliato nell'esecuzione da Mariotto di Giovanni Fiorentino.
A Firenze, prosegue il PALAZZO STROZZINO, a bugne irregolari, e nel PALAZZO ANTINORI si vogliono distinguere i suoi caratteri tecnici.
A Napoli, egli erige il lodatissimo PALAZZO DI POGGIO REALE, di cui non esistono - dopo la distruzione - che i ricordi grafici, e la PORTA CAPUANA (1484), aperta ad un arco trionfale, con il secondo piano dovuto a Luca Fancelli.




Cortile del Palazzo Strozzi a Firenze

Benedetto Da Maiano (Maiano 1442 - Firenze 1497), fratello di Giuliano, scultore e architetto, iniziò come intagliatore e passò poi alla scultura, eseguendo l'ARCA DI SAN SAVINO nel duomo di Faenza (1468-80) e il pulpito di Santa Croce a Firenze (1472-75), opere in cui il gusto decorativo si articola in un senso compositivo misurato innalza in Arezzo il PORTICO DI SANTA MARIA DELLE GRAZIE, i cui archi si tendono su brevi colonne, sormontate da pulvini e da cornici sporgenti, con sostenuta fantasia prospettica.


Il PALAZZO STROZZI a Firenze - analogo al PALAZZO SPANNOCCHI di Giuliano da Siena - è tutto a bugne tondeggianti, raggiate intorno al portone di mezzo e alle bifore dei due piani superiori..., il meraviglioso cornicione appartiene a Simone del Pollaiolo detto il Cronaca.