sabato 1 settembre 2012

LATISANA (Tisane) - Provincia di Udine

Il duomo di Latisana




   
Latisana (Tisane in friulano, Tisana in friulano centro-orientale) è un comune della provincia di Udine in Friuli-Venezia Giulia di circa 14.000 abitanti

FRAZIONI
  
Le chiuse di Bevazzana






   
La rotonda di Crosere

  
Chiesa di Gorgo 



    
Latisanotta
     
Chiesa di Sabbionera
    
Paludo


 Dicono che il Tagliamento, in passato, doveva avere molta più acqua di quanta ne porti oggi: verso la foce, dove la strada romana lo oltrepassava venendo da Concordia, sorse, vicino ad un guado obbligato del corso fluviale, Latisana. E questo, anche se non si è trovata traccia di ponte, tra la robusta vegetazione e gli isolotti ancora riconoscibili. Quando l'impero cadde e dilagarono popolazioni barbariche, questa fetta di bassa friulana subì una profonda trasformazione.
 Il Tesius che probabilmente possedeva queste terre come feudo colonico, non si trova: si trova invece nel 1118 un Portus Latisanae che, lentamente si trasformerà in area di notevole importanza, fino a diventare nei secoli medioevali un punto di riferimento per intere attività commerciali, dislocate in varie zone e borghi, dando origine alla Libera Comunità Mercantile.
Il Tagliamento, con il dominio patriarcale, ritorna ad essere corrente di traffici e di ricchezze di scambi. Le merci che provenivano dall'Adriatico si fermavano a Latisana per essere smistate nelle più diverse direzioni. E i signori di Latisana ne favoriscono lo sviluppo, con misure rigide e vincolanti per dare al porto una specie di monopolio, tagliando fuori altri luoghi tradizionali di arrivo dal mare. Venezia ne fece un suo punto di appoggio per una penetrazione allargata in Friuli.
 Il Cinquecento diventa così il tempo di splendore di Latisana: un porto dove arrivano i marmi e le pietre d'Istria e i "zatàrs" carnici con il loro legname prezioso. Poi le sabbie arenanti sul greto del fiume, le più sicure vie di terra e l'aumento delle navi, segnarono la decadenza del porto di Latisana a favore della già più grande Venezia e della nascente Trieste portuale. E Latisana cercò - e riuscì - l'agricoltura che divenne in breve la sua attività di grande fortuna. Nonostante le alluvioni disastrose del Tagliamento - i ponti furono costruiti, distrutti e ricostruiti - Latisana rappresenta oggi un centro di notevole prosperità.
  
   
Latisana - Il Parco dei Pappagalli
  
Latisana - Ponti sul Tagliamento
  
Latisana - Il campanile

   
Casello autostradale di Latisana
.   


1 commento:

TheSweetColours ha detto...

Bellissime immagini!