giovedì 25 ottobre 2012

BALDASSARE PERUZZI - Pittore e architetto del Cinquecento (Painter and architect of the Sixteenth Century)

Porta Pispini - Siena

        
Baldassarre Peruzzi (Siena 1481 – Roma 1537).. Un pittore e architetto formatosi a Siena sulle opere del Pinturicchio, comincia a ricevere commissioni in patria, ed oltre al bastione dinanzi alla Porta Pispini, che è certamente suo, si esita nell'ascrivergli i palazzi Pollini - Mocenni, il San Sebastiano ed il Carmine.
Le sue architetture, dapprima improntate ad una nitida ricerca lineare e decorativa, tendono, nella maturità, a effetti pittorici tipicamente cinquecenteschi.
Trasferitosi a Roma nel 1503, dove, a contatto col classicismo del Bramante, si accentuano gli effetti prospettici e i ritmi compositivi di gusto architettonico che caratterizzano le opere pittoriche in cui sono evidenti spunti tratti da Raffaello, elaborò uno stile originale, anticipatore del tardorinascimentale e barocco, nelle soluzioni ad architetture illusionistiche e scenografiche delle decorazioni pittoriche, come gli affreschi della sala delle Colonne nel Palazzo della Farnesina (1515-15), e soprattutto nelle complesse e dinamiche strutture architettoniche che tendono ad allontanarsi dall'equilibrio geometrico della tradizione rinascimentale – la Farnesina è il tipo ideale di villa -, eretta per Agostino Chigi, “il gran mercante della cristianità”, e ha due piani, due graziosi avancorpi ed una leggiadra decorazione esterna ed interna.


Affreschi della sala delle Colonne nel Palazzo della Farnesina - Roma

Nel 1520, poco dopo la morte di Raffaello, il Peruzzi entrò a lavorare della fabbrica di San Pietro.
Del Palazzo Massimo alle Colonne (1532-36), dal prospetto convesso, si fa onorevole menzione per il gusto ornamentale del portico, con la volta a botte, e per il cortile a due logge architravate, che conferiscono maestà di spazio alla strettezza del luogo.


Palazzo Massimo alle Colonne - Roma

A Bologna, si attribuisce al Peruzzi il Palazzo Albergati (1519) con il fregio dorico isolato, sul quale s'impostano le finestre ad arco del primo piano, iscritte nel rettangolo del contorno e dai frontoni tutti triangolari: ne è mancante la seconda apertura a sinistra che porta lo stemma, senza equilibrarsi con la trabeazione della porta...., diede anche disegni per la facciata di San Petronio a Bologna.
   
Facciata del Palazzo Albergati -  Bologna

   
Santa Maria della Pace - Roma

Importanti opere scenografiche sono quelle per la "Calandria" del Bibbiena (1513)..., gli affreschi nella Cappella Ponzetti in Santa Maria della Pace a Roma (1516)..., Augusto e Sibilla nella chiesa Fontegiusta a Siena.
Del San Nicolò di Carpi, ampio nella nettezza delle linee, s'ignora esplicitamente l'autore.

1 commento: