mercoledì 23 gennaio 2013

BAND-E AMIR - Bamiyan Afghanistan (Lago - Lake)




   
A 3000 metri di altezza, nelle aride colline pedemontane del sistema afghano dell’Hindukush, un tratto di 11 km del fiume Band-e Amir lascia il posto a una serie di laghi.
   


    
Nelle acque del fiume il travertino – uno strato di carbonato di calcio depositatosi durante migliaia di anni sulle piante acquatiche morte – forma delle dighe naturali ampie fino a 6 metri.
  


   
Le dighe dividono il fiume Band-e Amir in laghi, il cui colore varia dal blu al verde e al bianco latte, secondo la presenza di minerali e alghe.
  


   
Il bacino è alimentato dalle acque di disgelo delle montagne, per cui, anche se le temperature estive arrivano a 36 gradi centigradi, le acque del fiume e del lago restano molto fredde.
    


    
Alcuni laghi misurano 90 metri di diametro, altri arrivano a 6 chilometri e sono circondati da bordi di pietra calcarea e argilla.
  


    
Secondo la leggenda i laghi sono stati creati da Ali, il genero del profeta Maometto, mentre era prigioniero nella valle. Nella sua furia, provocò una frana e bloccò il fiume con la diga di Band-e Haibat.
  


    
L’area intorno al lago è raggiungibile solo attraverso un difficile sentiero di montagna a 80 chilometri dalla città di Bamiyan.
  




   

Nessun commento: