lunedì 14 gennaio 2013

FUJIYAMA - (富士山, ɸɯʥisaɴ, Fuji) – Giappone



   
    
Il monte Fujiyama (Fuji) è uno dei più importanti simboli del Giappone. Con i suoi 3.776 metri è il vulcano più alto del paese e domina lo scenario della parte centrale dell’isola di Honshu. Per secoli l’elegante figura del Fuji è stata venerata dagli artisti – si dice che ispiri il mistero dell’infinito – ed è tuttora considerato un luogo sacro.
  


    
Le linee semplici e delicate della sua vetta nascondono un passato turbolento. Il Monte Fuji è infatti un vulcano quiescente, la cui ultima eruzione risale al 1708, e la sua superficie spiovente consiste essenzialmente di scorie vulcaniche. Pare che l’attuale vetta si sia formata 5.000 anni fa.
    


  


   
La bellezza del Monte Fuji consiste nelle vedute che offre di sé in lontananza, in particolare durante l’inverno, quando è quasi completamente avvolto da una cappa di neve. A una certa altitudine la flora alpina del Fuji si impoverisce per il clima rigido e per il tipo di terreno , che danno poche possibilità alle piante di nascere, mentre la zona più a valle è ricoperta da una foresta rigogliosa. 
   


  



   
Nelle sere d’estate la foresta risuona dei succiacapre; di giorno si possono sentire acchiappamosche, zigoli e il richiamo di quattro tipi di cuculi. Nell’area si trovano anche la volpe rossa e il cane-procione.
  


   


   
Dalla cima si possono ammirare le pianure densamente sviluppate del Giappone centrale, mentre la vista migliore del Fuji si ha dalle coste rocciose, con i ciliegi in fiore in primo piano. In estate, prima dell’alba, pellegrini ed escursionisti lasciano i loro rifugi sui fianchi del monte per arrivare in cima e salutare il sole che sorge.

Si dice che solo i pazzi tentano di scalare due volte la sua cima...
   


   


   


   


  


   


   


  


  


  

   


  
     

1 commento:

sergio celle ha detto...

...ciao Loris, un plauso a te, ma anche alla signora Mariana S...questo post è davvero straordinario per foto e descrizione...