venerdì 26 aprile 2013

ISOLE DELLA GRECIA (Rodi, Santorini, Lefkada, Creta, Mikonos, Cefalonia, Corfù) - Islands of Greece

Cartina della Grecia



   
Le isole greche sono rinomate in tutta Europa per la bellezza delle loro coste e per il clima. Molte di esse hanno anche una storia antichissima da raccontare.
Le isole greche e l'Italia mantengono da secoli stretti rapporti.
Genova e Venezia dominarono dal XIV al XVI secolo alcune di queste isole, tra le quali ricordo Creta, Lesbo, Corfù e Cefalonia.
Esse costituivano importanti scali commerciali e basi navali.
Il dominio veneziano su alcune isole si spinse ben oltre il XVI secolo: Corfu, Zante e Cefalonia e altre nel mar Ionio rimasero veneziane fino alla caduta della Serenissima (1797).
A Creta i veneziani rimasero fino al 1669 quando, dopo un lungo assedio, l'isola fu ceduta agli ottomani. Attraverso Creta il Rinascimento italiano passò in Grecia, contribuendo a creare l'identità e la lingua nazionale della Grecia moderna. La lingua greca moderna conserva traccia del secolare rapporto con Venezia in molte parole venete come: fruta ("frutta"), carecla ("sedia"), vrizola ("braciola"), piruni ("forchetta"), bucali ('bottiglia'') e altre ancora

Tra le isole greche si distinguono: il gruppo occidentale delle Isole Ionie con Cefalonia (la più estesa con 904 kmq) , Corfù, Leukas, Zante e Itaca; Creta, l'isola principale del Paese (8.336 kmq); più a nord, intorno all'isoletta di Delo, le Cicladi, tra le quali Micono, Nasso, Santorini, Paro. 
Seconda isola per grandezza è l'Eubea (4.167 kmq) , di fronte all'Attica, a nord della quale si trovano le Sporadi settentrionali, con Skopelos e Sciro. 
Nell'Egeo settentrionale giace Taso e vicino alla costa turca Samotracia; all'imboccatura dello Stretto dei Dardanelli Lésbo, terza isola greca per estensione (2.754 kmq) , Chio e le Sporadi meridionali, tra le quali la principale è Samo. 
In prossimità dell'Asia Minore si trova il gruppo del Dodecaneso, comprendente, come il nome stesso indica, 12 isole, delle quali la maggiore è Rodi.


   
RODI
  




   
Rodi (1398 kmq) è I'isola più orientale della Grecia. Un tempo era celebre per essere la sede del colosso di Rodi, una statua enorme, alta 32 m, costruita nel III secolo a.C. e distrutta probabilmente dagli Arabi nel VII secolo d.C.
L'isola fu occupata dagli italiani nel 1912 dopo il conflitto italo-turco per il controllo della Libia. Divenne dominio greco nel 1947.


   

   
Santorini è la più meridionale isola dell'arcipelago delle Cicladi, nel mare Egeo, ed è la maggiore delle 12 isole dell'omonimo arcipelago(73 kmq). Santorini è per la Grecia come I'isola di Capri per I'ltalia. Meta turistica prediletta da molte persone famose, non solo greche, è celebre come Mikonos per la sua vita notturna, ma è molto più cara.  
Il nome Santorino le fu dato dai Veneziani in onore di Santa Irene.
Santorini è un'isola vulcanica: costituisce infatti la metà orientale del cratere di un vulcano sottomarino. L'isola è inoltre circondata da numerosi vulcani sottomarini la cui ultima eruzione registrata risale al XVII secolo.


  
LEFKADA




    
Lefkada, nota anche come Leucade (356 kmq), nel mar Ionio, è una delle isole più facilmente raggiungibili dall'ltalia e una meta per il turismo dedicato in particolare alle famiglie. 
L'isola faceva parte del dominio veneziano, che si protrasse fino alla caduta di Venezia. Dista pochi chilometri dalla piccola isola di Itaca, la patria mitologica di Ulisse.


  



   
La maggiore isola greca (8336 kmq), Creta è grande un terzo della Sicilia. L'isola fu la culla della civiltà minoica, che fiorì tra il 2000 e il 1500 a.C. e fu una delle più antiche civiltà mediterranee dotate di scrittura.
Oggi I'isola è una meta turistica sia per le sue bellezze naturali sia per i luoghi archeologici.  
Le spiagge più belle (e turistiche) sono nel Nord. La parte centrale dell'isola e montuosa e abbastanza selvaggia. 
Durante I'estate molti stranieri, soprattutto francesi e tedeschi, si trasferiscono a lavorare nell'isola, dove possiedono immobili o piccole attività commerciali rivolte ai turisti.


   
MIKONOS



    
Mykonos è una piccola isola greca delle Cicladi, situata nelle vicinanze di Tinos, Syros, Paros e Nasso. Ha una superficie di 86 kmq e il suo punto più elevato raggiunge i 341 m sul livello del mare. Mikonos è rinomata soprattutto tra i giovanissimi per le discoteche e la vita notturna. Offre alcune delle spiagge più belle dell'Egeo e un centro storico molto pittoresco.


   
CORFU' - KERKYRA



    
Corfù è una stupenda isola greca (592 kmq) del mar Ionio, la più settentrionale delle isole Ionie, presso la costa occidentale greco-albanese, da cui la separa il canale omonimo. Forma, con le piccole isole circostanti, un nomo di 641 kmq con 100 000 ab., detti Corfioti o Corciresi. E' un'isola montuosa (monte Pantokràror, 906 m). Il terreno arido è ricoperto in gran parte dalla macchia mediterranea con ristrette coltivazioni di viti, olivi, alberi da frutto. L'antica Corcira, colonia dei Corinzi (VIII sec. a. C.), annessa dai Romani nel 148 a. C. alla provincia di Macedonia, perse importanza durante l'Impero. Nell'XI e XII secolo contesa da Normanni, Veneziani, Bizantini, passò agli Angioini. Datasi nel 1386 a Venezia (che la difese contro i Turchi nel 1537 e nel 1716-18), fu occupata dai Francesi nel 1797, nel 1814 dagli Inglesi, che la cedettero nel 1864 alla Grecia con le altre Ionie. Fu occupata nel 1941 da truppe italiane, sterminate poi dai Tedeschi. Liberata da Inglesi e Greci nel 1944.
Capoluogo il centro omonimo; porto sulla sponda orientale dell'isola omonima.

È l'antica Corcira (Kérkyra in greco), di cui restano avanzi di mura, le rovine di alcuni templi ed edifici pubblici e una necropoli. Belle chiese bizantine e una fortezza veneziana del XVI secolo.






    
VEDI ANCHE . . .





Nessun commento: