domenica 25 maggio 2014

PECHINO - Beijing - 京 - Pékin - 北京






   
PECHINO (19.230.680 abitanti). Venne fondata oltre duemila anni fa. Divenne capitale dell'Impero Cinese nel 1122, sotto la dinastia dei Tartari dell'Orda d'Oro. Sotto tale dinastia assunse il nome di Kambaluc (città del Signore), e sotto questa denominazione venne conosciuta in Europa, dalle pagine del Milione di Marco Polo.

Pechino conserva inestimabili tesori d'arte riferiti alle ultime due dinastie imperiali cinesi: quelle dei Ming e dei Ch'ing. Pechino può essere divisa in due parti: la moderna città, capitale della Cina, e la parte più antica, risalente all'epoca dei Tartari.
Nella città tartara c'è ancora un quadrilatero di mura lunghe 35 km, nelle quali si aprono 18 porte. All'interno della città tartara, sorge la città imperiale con il palazzo imperiale. Questo palazzo, con i suoi tempietti, con il giardino imperiale, con i suoi laghetti artificiali, costituiva il Grande Tempio dell'Impero Cinese, la cosiddetta città proibita. Tutti coloro infatti che non facevano parte della corte imperiale non vi avevano facoltà di accesso.

In prossimità di Pechino si trovano il famoso Tempio del Cielo, e il Palazzo d'Estate. L'immensa piazza Tienanmen è posta nel centro politico e sociale della città: vi si svolgono parate militari, manifestazioni e adunate di massa.

Pechino o Beijing, con la sua periferia, si estende per oltre 17.000 km e accoglie complessivamente quasi 25 milioni di abitanti. 
Fino al XV secolo, era la città a guardia dei confini settentrionali della Cina e non a caso il centro storico dista soli 60 km dalla Grande Muraglia. 
Dal XVII secolo in poi, Pechino è capitale indiscussa della Cina.
La città è stata completamente abbattuta e ricostruita nel corso degli ultimi trent'anni. Grattacieli, torri e giganteschi edifici dallo stile avveniristico hanno preso il posto delle tipiche abitazioni cinesi a uno o due piani.
Oggi Pechino ospita grandi centri tecnologici ed è la sede delle filiali più importanti di moltissime multinazionali occidentali che producono in Cina. Per questa ragione, vi risiedono moltissimi occidentali.  


LA CITTÀ PROIBITA 

Il centro storico più antico, che comprendeva gli edifici amministrativi dell'impero, insieme con la Città Proibita (che era la sede dell'imperatore e della sua famiglia) sono le uniche parti storiche attualmente conservate, a uso turistico. Davanti alla Città proibita si estende la grande piazza Tiananmen, attorno alla quale sorgono i principali edifici governativi della capitale.


PIAZZA TIENAMEN


Piazza Tiananmen, ovvero "della pace celeste", è tragicamente famosa. La notte del 3 giungo 1989 I'esercito aprì il fuoco sugli studenti che da due settimane chiedevano la fine o almeno la limitazione della censura. Migliaia di persone furono uccise e la protesta fu sedata.
Il massacro avvenne per ordine di Deng Xiaoping, allora segretario del Partito comunista cinese, da tutti considerato I'artefice della grande svolta economica cinese.


GRAN TEATRO NAZIONALE



Il nuovissimo Centro nazionale di arte drammatica è stato edificato in soli sei anni (2001-2007). Ha una struttura in titanio e vetro ed è circondato da un lago artificiale.
E opera di un architetto francese: Paul Andreu.


TEMPIO DEL CIELO



È  un tempio taoista realizzato nel XV secolo. Qui una volta I'anno l'imperatore, considerato "Figlio del Cielo",celebrava un solenne culto per propiziare buoni raccolti.





Si tratta di una forma drammaturgica tradizionale, tipica della capitale cinese, che mescola insieme recitazione, danza, pantomima e canto.


PALAZZO DELL'ESTATE 



È uno dei più celebri palazzi di Pechino. Edificato a partire dalla metà del XVIII secolo si estende su circa 70.000 metri quadrati ed è circondato da un grande lago artificiale.


VEDI ANCHE . . .

OPERA DI PECHINO - TEATRO CINESE (Beijing Opera - Chinese Theater)

TEATRO DELL'OPERA DI PECHINO (Beijing Opera) - Teatro classico cinese


Nessun commento: