mercoledì 11 giugno 2014

N - DIZIONARIO DELL'EGITTO (N - Dictionary of Egypt)




  
DIZIONARIO DELL'EGITTO

A _ B _ C _ D _ E _ F _ G _ H _ I _ K _ L _ M _ N _ O _ P _ Q _ R _ S _ T  _ U _ V  _ W _ Z


NAHHAS Pasha Mustafà (al-) Il Cairo, 1876-1965 - Uomo di legge, abbracciò la carriera politica divenendo leader del partito nazionalista Wafd (1928). Ricoprì la carica di primo ministro più volte (1928, 1930, 1936-37, 1942-44), lottando per l'emancipazione del proprio Paese contro la monarchia assoluta di re Faruk, fino al colpo di stato del 1952.
Da quel momento, e fino alla morte, visse in libertà vigilata.


NASSER Gamal Abd en- (Beni Mor, 1918 - Il Cairo, 1970) -  Uomo politico egiziano. Fu tra i fondatori, nel 1945, del movimento clandestino degli "Ufficiali Liberi", che rovesciò la monarchia nel 1952, imprimendo all'Egitto una svolta radicale.
Esiliato re Faruk, vennero sciolti i partiti, e Nasser assunse tutti i poteri nel 1954, col titolo di rais, per diventare poi Presidente della Repubblica nel 1956. Avviò quindi una campagna di nazionalizzazioni, culminante con la nazionalizzazione del canale di Suez (27 giugno 1956), per cui si scatenò la reazione di Francia e Gran Bretagna, che risposero con l'occupazione del canale. 
Di tendenza nazionalista, perseguì una politica di non allineamento con le grandi potenze e assunse il ruolo di guida del nazionalismo panarabo, lottando anche contro il colonialismo. 
Accettò l'unione dell'Egitto con la Siria (1958), che costituirono la Repubblica Araba Unita fino al 1961, quando la Siria si ritirò dall'accordo. 
Nel 1967 guidò il proprio Paese nella guerra dei sei giorni contro Israele, uscendone sconfitto. 
Il 20 dicembre 1969 nominò Anwar al-Sadat vicepresidente. 
Stroncato da una crisi cardiaca l'anno seguente, ricevette onoranze funebri grandiose, sfociate purtroppo in tumulti di piazza che costarono la vita a 46 persone.


NASSER (lago) - Immenso lago artificiale, creatosi a seguito della costruzione della Diga Alta di Assuan, lungo 500 chilometri e largo da 10 a 30 chilometri. Il suo massimo livello, a monte della diga, raggiunge i 182 metri sul livello del mare. 
Per la sua capacità di ritenuta - 157 miliardi di metri cubi - è il secondo lago artificiale del mondo dopo quello di Kariba sul fiume Zambesi. 
Quattromila anni di storia della Bassa Nubia sono stati inghiottiti dalle sue acque. La sua creazione ha reso necessari l'evacuazione di tutti gli abitanti della zona e lo spostamento di ben 14 templi, fra cui le favolose sculture di Abu Simbel e di Ramses ll. 
Tra il 1960 e il 1965, ciò che non si poteva salvare fu rimosso con l'aiuto internazionale, il che ha permesso di raccogliere e preservare un patrimonio di inestimabile valore.


NATRONSostanza a base di carbonato idrato di sodio, presente sul fondo dei laghi prosciugati di Wadi en-Natrun, nel Basso Egitto, che veniva utilizzala nei processi di mummificazione.


NEFERTITIRegina della XVIII dinastia, moglie di Amenofi IV, fu convinta sostenitrice del nuovo culto del dio Aton, introdotto dal faraone, e vi rimase fedele anche dopo la morte di quest'ultimo, quando fu rilegittimato il dio Amon come divinità ufficiale dell'Impero. 
Nefertiti è passata alla storia per la sua straordinaria bellezza, testimoniata dai numerosi ritratti a tutto tondo trovati a Tell el-Amarna, fra i quall spiccano la "Nefertiti di Berlino", dal collo sottile e dal busto in calcare policromo, e quella del Museo Egizio del Cairo, in quarzite rosa.


NEGUIB Muhammad (Khartoum, 1901 - Il Cairo, 1984) - Generale e uomo politico, dopo una brillante carriera militare (guerra di Palestina, 1948-49) diresse il colpo di Stato che nel 1952 destituì Faruk e, preso il potere, proclamò la Repubblica il 18 giugno 1953. Fu deposto da Nasser nell'ottobre 1954.


NEITHDea originaria di Sais, nel Delta, creatrice dell'acqua primordiale, poi del sole da cui nasce la vita. Rappresentata sotto vari aspetti, Neith è anche dea guerriera con l'arco e le frecce, e dea del Delta quando porta la corona rossa. Protettrice delle tombe, è una delle quattro dee che vegliano sui vasi canopi.


NEKHBET - Dea avvoltoio dell'Alto Egitto, Nekhbet veniva rappresentata come un uccello che plana sul re per proteggerlo, e talvolta porta fra gli artigli un ventaglio di piume. Con le ali spiegate, allontanava gli intrusi e proteggeva le nascite.


NEPHTHYSÈ sorella di Iside, Osiride e Seth, di cui è anche moglie. Compagna dolce e discreta, prende le parti di Osiride nella lotta che lo oppone a Seth. Partecipa con Iside alla resurrezione di Osiride. La sua effigie è acconciata con un cestino.


NILO (Vedi scheda)Il più lungo fiume del mondo (6.671 chilometri), si forma a nord del lago Tanganica (Burundi). Il Nilo nasce dall'unione di due fiumi etiopi, l'Atbara e il Nilo Azzurro, e da un fiume sudanese, il Nilo Bianco. Il Nilo frange i deserti della Nubia e dell'Alto Egitto con una serie di cateratte, numerate da 6 a 1, tra Khartoum e Assuan. 
Il grande fiume arriva in Egitto all'altezza della seconda cateratta, e scorre in una valle stretta e fertile fra Assuan e ll Cairo. Oui raggiunge gli 800 metri di larghezza e forma il quarto delta del mondo, un delta paludoso che si estende per 23 000 chilometri quadrati. 
Poi, 160 chilometri a nord del Cairo, sfocia nel Mar Mediterraneo in due rami, all'altezza di Damietta e di Rosetta. 
Il livello massimo di piena si verifica in settembre: le sue acque vengono allora raccolte e ridistribuite grazie alle dighe di Zifta, Asyut, Nag-Hamadi e Isna, ma soprattutto alle due di Assuan, la Vecchia e il Sadd al-Ali, la Diga Alta.


NILOMETROPozzo di antichissima concezione, che permette di tenere sotto controllo le fluttuazioni del livello dell'acqua del Nilo. Ogni tempio ne possedeva uno, poiché la crescita del fiume rappresentava un avvenimento importante per la vita degli Egizi.


NOMODistretto amministrativo dell'antico Egitto.


NUTDea del cielo, sposa di Geb (la terra) e madre di Ra (il sole), viene rappresentata sotto forma di figura femminile tesa ad arco, simboleggiante la volta celeste, con il corpo percorso dalle stelle e dal sole, le mani e i piedi appoggiati per terra. 
Ogni sera Nut ingoia il sole e lo fa rinascere al mattino. Si consideravano suoi figli Iside, Osiride, Seth, Nephthys e Horus. Era protettrice dei defunti.


NUBIA  "Terra dell'oro" (Vedi scheda) - Regione desertica che si estende da Assuan a Khartoum, Kusfh per i faraoni, Etiopia per i Greci e i Romani. 
La parte settentrionale della Bassa Nubia fu annessa all'Egitto sotto il regno di Zoser, che da qui attinse oro, diorite, legni pregiati, nonché mercenari; durante il Medio Regno, i faraoni estesero i confini del Paese fino all'Alta Nubia. I sovrani del Nuovo Regno colonizzarono la Bassa e l'Alta Nubia, affidando il comando di quest'ultima ai "Principi di Kush".
La Nubia riacquistò l'indipendenza col declino dei faraoni.
Sede della civiltà di Meroe (lll secolo d.C.) e dei regni cristiani monofisiti (Napata, Aloa ecc.), poi conquistata dagli Arabi (VIII secolo), l'Alta Nubia riuscì a mantenere indenne Ia sua civiltà dai vari tentativi di colonizzazione compiuti dai faraoni.
Importanti resti archeologici di questa cultura, detta meroiticasi trovano a Meroè. 
Oggi il territorio dell'Alta Nubia, dopo essersi reso indipendente sia dagli egiziani sia dagli inglesi, appartiene al Sudan ed è retto da un governo di tipo militare. La Bassa Nubia, appartenente all'Egitto, è stata completamente sommersa dalle acque del lago Nasser; le uniche vestigia rimaste sono i 14 templi ricostruiti ai margini del deserto. 
Dal 1963,le popolazioni della Bassa Nubia abitano una zona, detta Nuova Nubia, nei pressi di Isna e Kom Ombo.

Nessun commento: