lunedì 5 gennaio 2015

ANTARTIDE - Paesaggi naturali (Natural Landscapes)




ANTARTIDE

PROFILO GEOGRAFICO

Il continente antartico si trova su una piattaforma continentale quasi interamente ricoperta da un imponente strato di ghiaccio spesso in media 2 km, che si spinge oltre la costa sotto forma di tavolati oppure defluisce sotto forma di iceberg o di ghiaccio alla deriva. 
Si stima che il volume della calotta continentale sia di 24 milioni di km3, che rappresentano il 90% dei ghiacciai della Terra e la più grande e ininterrotta massa di ghiaccio al mondo.

Il continente antartico ricopre una superficie di 12,4 milioni di km2, di cui solo 200.000 sono liberi dalla coltre di ghiaccio.
Se nel calcolo della superficie si contano anche le barriere di ghiaccio saldate alla terraferma, il mare e le isole, si arriva a una superficie totale di 53 milioni di km2. 
Il mare di Weddell sul lato dell'oceano Atlantico e il mare di Ross sul lato dell'oceano Pacifico formano due grandi insenature, che dividono l'Antartide in due parti: l'Antartide orientale, con una superficie di 10,1 km2, e l'Antartide occidentale, grande 2,3 km2. 
Il litorale dell'intera regione antartica è lungo 17.968 km. 
In Antartide vivono esclusivamente i ricercatori impiegati nelle stazioni scientifiche (regolate dal Trattato Antartico del 1959, rinnovato più volte fino al 1991): se in estate risiedono circa 5000 persone, in inverno si riducono a 1000.


Posizionamento


     
L'Antartide, o regione antartica, è la parte più a sud della Terra e si estende quasi completamente a sud del circolo polare antartico. La definizione dei confini antartici non si basa sul litorale del continente stesso, ma sulla convergenza antartica, una zona molto contesa corrispondente alle sezioni meridionali dell'oceano Indiano, dell'Atlantico e del Pacifico, fra i 48° circa e i 60° di latitudine sud. 
In questa zona le acque più fredde, che dall'Antartide fluiscono verso nord, si mescolano a quelle più calde dirette a sud.


Morfologia

L'Antartide era una delle parti centrali dell'antica massa continentale del Gondwana, prima che quest'ultimo si smembrasse circa 150-100 milioni di anni fa, durante il tardo mesozoico.
Quando dal Gondwana presero vita i continenti dell'emisfero australe, l'Antartide si spostò a occupare l'attuale posizione.
Attualmente il continente è formato da due regioni geologiche: l'Antartide orientale e l'Antartide occidentale. 
La parte orientale presenta alla base un tavolato roccioso di formazione precambriana appartenente all'antica massa continentale del Gondwana con sedimenti più recenti, anch'essi metamorfosati, sormontato a ovest da una serie di sedimenti risalente a un'epoca compresa fra giurassico e devoniano. 
La regione occidentale ha una formazione geologica più recente. È costituita da una base di rocce di un periodo predevoniano, sopra la quale sono disposte catene montuose del terziario, che attraversano la Penisola antartica formando in tal modo il prolungamento delle
Ande della Patagonia.


Clima, flora e fauna



  
Il clima dell'Antartide è il più rigido del pianeta. La temperatura raramente raggiunge gli 0 °C, e nella stazione di Vostok è stata rilevata la temperatura più basa mai registrata sulla Terra: €-89,6 °C.
Mentre nelle zone ai margini della costa e sulle isole il clima è un po' meno rigido, la temperatura media al polo sud nel mese più caldo è di -29 °C e nel mese più freddo -65 °C.
Con periodi di tempesta che durano fino a 340 giorni l'anno, la zona continentale antartica è la regione meteorologicamente più tormentata della Terra. 
Nei due circoli polari, artico e antartico, si verificano periodi più o meno lunghi di buio e di luce totale.
Nella "notte polare" - tanto più lunga quanto più ci si avvicina al polo, dove dura sei mesi - il Sole non sale mai sopra l'orizzonte; nel "giorno polare" succede esattamente l'inverso. 

La scarsa vegetazione del l'Antartide cresce unicamente nelle zone libere dai ghiacci e comprende licheni, muschi e alghe; soltanto sulle isole sub-antartiche si trovano macchie d'erba e tundra. 
La fauna della parte più interna del continente è costituita da insetti e non esistono vertebrati.













     
Nelle zone costiere invece la fauna è molto ricca. Uccelli marini come albatros e soprattutto grandi popolazioni di pinguini, così come mammiferi marini quali foche comuni, foche leopardo ed elefanti marini popolano queste terre inospitali. 
Le barriere sono l'habitat e la riserva di cibo di balene, orche e capodogli.





In inverno il polo sud è circondato da 20 milioni di km2 di banchisa. Un forte moto ondoso impedisce il totale congelamento, al posto del quale si forma una poltiglia composta da pezzi di ghiaccio di forma irregolare, il cosiddetto pancake ice, come qui attorno a questo tavolato di ghiaccio sulla costa Principe Olav.

Al polo sud il sole sorge il 23 settembre e tramonta il 21 marzo. In questo arco di tempo il sole di mezzanotte emana una luce magica sul manto di ghiaccio.


Il mare di Amundsen al largo dell'Antartide occidentale deve il suo nome all'esploratore e scienziato norvegese Roald Amundsen (1872-1928), che per primo nel 1911 raggiunse il polo sud. L'Antartide orientale e l'Antartide occidentale si distinguono tanto per il clima quanto per la geologia: nella parte occidentale - molto più recente dal punto di vista geologico - le temperature medie sono più elevate che in quella orientale. La zona dove il ghiaccio continentale scivola in mare viene definita "barriera".


Orcadi e Shetland Australi



  
Oltre all'Antartide appartengono al territorio del continente antartico numerosi arcipelaghi sub-antartici.
L'arcipelago delle Orcadi Australi si trova nell'Atlantico meridionale tra il mare di Scotia a nord e il mare diWeddell; dista circa 1200 km da capo Horn e 450 km dalla Georgia Australe. 
L'arcipelago è composto dalle quattro isole maggiori, Coronation, Laurie, Powell e Signy, e da un numero considerevole di isole minori e di rilievi rocciosi. L'intero gruppo insulare ricopre una superficie di 622 km2.

Queste isole inospitali sono prevalentemente montuose e raggiungono altitudini di 2100 metri. Il paesaggio è in gran parte ghiacciato. La rada vegetazione è costituita da muschi, alghe e licheni. 
A parte due stazioni di ricerca sulle isole Signy e Laurie, l'arcipelago è disabitato.
Il gruppo delle Shetland australi è situato nel canale di Drake, circa 90 km a nord della penisola Antartica. 
L'arco insulare - lungo 510 km - ha un rilievo alpino ricoperto di ghiaccio, costituito soprattutto da rocce vulcaniche, e occupa una superficie di 4622 km2. Sotto il manto di ghiaccio hanno ancora luogo fenomeni sismici e vulcanici. 
Questo inospitale gruppo insulare, dove crescono unicamente licheni e alghe, ospita solo una stazione sull'isola di Deception.


Tavolato Filchner-Ronne



   
L'imponente distesa di ghiaccio a sud del mare di Weddell, divisa dall'isola Berkner nel tavolato di Ronne a est e nel tavolato di Filchner a ovest, è il secondo tavolato più grande dell'Antartide con una superficie di circa 530.000 km2. 
Questi grandi tavolati si formano quando i ghiacciai del continente scendono verso il mare e s'immergono in acqua restando in superficie in modo tale da non spezzarsi. Nelle vicinanze della costa galleggiano perlopiù sulla superficie dell'acqua. Lo spessore del tavolato, alimentato oltre che dai ghiacciai anche dalle precipitazioni e dall'acqua di mare congelata, va da circa 250 metri nell'estremità settentrionale a 1800 metri a sud, dove rientra nella terraferma fino a 840 km. 
Anche lungo il margine che dà sul mare il manto di ghiaccio ha uno spessore di circa 30 metri.
Da queste immense distese di ghiaccio si staccano continuamente iceberg e lastroni di ghiaccio, che raggiungono imponenti dimensioni, anche superiori a 10.000 km2, e percorrono lunghe distanze nell'oceano Antartico come ghiaccio alla deriva.


Monti Transantartici



  
I monti Transantartici, formatisi circa 450 milioni di anni fa al margine della piattaforma antartica, suddividono con i loro 4800 km di lunghezza il continente in una parte orientale più piccola e una occidentale molto più grande.
L'Antartide orientale presenta una struttura a forma di tavolato, formata da rocce magmatiche e metamorfiche di origine precambriana, appartenenti alla parte meridionale del continente originario, mentre l'Antartide occidentale si compone di rocce più recenti.
I monti Transantartici, ricoperti quasi interamente dal ghiaccio nella parte centrale, si estendono dalla Terra di Victoria a sud fino al mare di Weddella nord-est del continente. 
A nord le sue propaggini di ghiaccio cadono in mare attraverso la Terra di Edith Ronne.
Le propaggini orientali si spingono nel mare di Ross dando origine all'imponente tavolato di Ross, che ricopre una superficie di 540.000 km2.
Nella parte orientale - dalla Terra di Ellsworth fino all'Arco di Scotia - si trovano vulcani e zone ad attività sismica.
La scoscesa catena montuosa raggiunge la sua altitudine più elevata lungo il mare di Ross con i monti Kirkpatrick (4528 m) e Albert Markham (4350 m), dove scende ripidamente verso la costa.


Monte Erebus


  
Nel punto in cui i monti Transantartici si estendono verso la Terra di Victoria, su un'isola del
tavolato di Ross, si trova il vulcano attivo più elevato del continente freddo, il monte Erebus (3.794 metri s.l.m.).
Alle poche zone antartiche prive di ghiaccio, che rappresentano attualmente circa l' 1,5% della superficie totale del continente, appartengono le Dry Valleys nella Terra di Victoria, nei pressi della stazione statunitense di McMurdo ai margini del tavolato di Ross. Questa zona, ampia quasi 3000 km2, è nata da forti e aridi venti discendenti, i venti catabatici, che qui soffiano a velocità molto elevate.
Nelle Dry Valleys, caratterizzate da forti sbalzi di temperatura, non si hanno precipitazioni da circa 2 milioni di anni. Quisi trovano anche laghi - come il lago Vanda - alimentati nelle stagioni più calde dalle acque di scioglimento dei ghiacciai.


Monti antartici

Masiccio di Vinson



Gli altri monti antartici, che affiorano come cime montuose o monti isolati dalla corazza di ghiaccio dello spessore medio di 2 km dell'Antartide centrale o ai margini costieri e che in lingua inuit vengono chiamati nunatak, comprendono i monti Ellsworth con il masiccio di Vinson (5140 m), la cima più elevata del continente, e le catene montuose sulla costa settentrionale fino alla costa Leopoldo e Astrid, che raggiungono altitudini anche di 3600 metri e hanno avuto origine dalla zona di distacco della massa continentale Gondwana circa
80 milioni di anni fa. 
Nella Terra di Mac Robertson il ghiacciaio del monte Menzies (3355 m) scende ripidamente verso il tavolato di Amery.


Penisola antartica



La penisola antartica, chiamata anche Terra di Graham o penisola di Palmer: situata tra il mare di Weddell e il mare di Bellingshausen nell'Antartide occidentale, è la penisola più grande del continente, con una superficie di circa 1300 km2.
Nella parte del continente che si spinge più a nord, viene percorsa dalle Ande antartiche, non ricoperte di ghiaccio, che raggiungono i 4191 metri con il monte Jackson. 
Prolungamento meridionale della cordigliera sudamericana, queste sono le montagne geologicamente più recenti del continente. Sulle loro propaggini si trovano molti crateri, in parte ancora attivi, e hanno luogo diversi fenomeni vulcanici. 
Al largo della costa occidentale della penisola si trovano isole come l'enorme Alessandro I nonché altri grandi tavolati, sui quali - grazie alle temperature estive relativamente miti - vengono continuamente installate nuove stazioni di ricerca.


Terra della Regina Maud


    
Nella vasta Terra della Regina Maud, la grande zona del nord-est compresa tra i 20° di longitudine est e i 45° di longitudine ovest e caratterizzata da altipiani, la coltre di ghiaccio continentale raggiunge uno spessore di oltre 4,5 km. Qui, le possenti masse di ghiaccio premono sulle rocce sottostanti, che giacciono ben sotto il livello del mare. 
La sconfinata distesa di ghiaccio è interrotta soltanto da alcune rocce scoscese e da cime bizzarre, che spuntano dal bianco manto.
La Neuschwabenland (Terra della Nuova Svevia), la parte della Terra della Regina Maud più vicina alla costa, è attraversata per una lunghezza di oltre 1000 km da cime elevate; tra queste i monti Mühlig-Hofmann con altitudini fino a 3090 metri e il massiccio di Wohltat, che raggiunge un'altezza di 2980 metri.
A sud di questi monti il suolo sale verso il tavolato continentale di Wegener; che si eleva fino a oltre 4000 metri sopra il livello del mare. Nella Neuschwabenland si trova la stazione tedesca di Georg von Neumayer.


Terra di Wilkes


   
La Terra di Wilkes, lungo la costa sud-orientale affacciata sull'oceano Indiano tra la costa Queen Mary e la costa King George V occupa una vasta area dell'Antartide orientale, compresa tra 100 e 142° di longitudine est.
Vasta e desolata, la regione è quasi completamente avvolta da un possente strato di ghiaccio continentale uniforme, dello spessore di oltre 4700 metri, da cui scendono grandi ghiacciai. 
Sulla costa di Knox si trova l'oasi di Bunger, a est la Terra di Adélie grande circa 390.000 km2.


lsole Kerguelen


    
L'arcipelago delle Kerguelen nell'oceano lndiano meridionale, circa 2800 km a sud-est del Madagascar è formato dall'isola maggiore Kerguelen (5800 km2), un tempo chiamata anche Desolation lsland, e altre piccole isole minori e affioramenti rocciosi, 300 in tutto, che insieme ricoprono una superficie di circa 7215 km2. 
L'isola di Kerguelen - d'inverno ricoperta dal ghiaccio - è sormontata da cime montuose, che raggiungono l'altitudine maggiore con il monte Ross (1960 m). L'isola è di origine vulcanica e presenta ancora numerosi fenomeni vulcanici come le sorgenti calde.


Stazioni di ricerca


   
Nel Trattato Antartico, firmato nel 1959 da dodici stati, l'Antartide viene definito un continente per la ricerca, sfruttabile unicamente per scopi pacifici. Nel 1991 quaranta stati firmarono un accordo supplementare, che prevede la piena libertà di investigazione ma vieta qualsiasi tipo di esperimento nucleare.
Da allora nelle zone disabitate del continente sono sorte circa 46 stazioni di ricerca di diversi paesi, che in inverno ospitano circa 1000 scienziati e in estate alcune migliaia.
Principali oggetti della ricerca sono il sistema di circolazione e scambio tra mare e ghiaccio antartico e l'analisi dei cambiamenti climatici del passato tramite i sedimenti conservati nel ghiaccio, con l'obiettivo di trarre conclusioni sullo sviluppo del clima attuale.


Le stazioni dei diversi stati

USA - McMurdo, sulle propaggini più a sud del mare di Ross; Amundsen-Scott, nel polo sud
geografico; l'isola Anvers

Russia - Vostok, calotta continentale dell'Antartide orientale (stazione Vostok ll), dove è stata registrata la temperatura più bassa sulla Terra: -89,6 °C; Bellingshausen, isola King George nelle Shetland Australi; Molodezhnaya; Novolazarewkaja; Leningradskaja, Terra Victoria; Mirny; Russkaja; Komsomolskaja

Australia - Davis, Terra della Principessa Elisabetta; Casey, Terra di Wilkes; Mawson, Terra di Mac Robertson; Macquarie, isola Macquarie

Nuova Zelanda - Scott Base, Terra Victoria, sul monte Erebus

Argentina - Esperanza; Orcadas; San Martin

Germania - Neumayei Neuschwabenland

Gran Bretagna - Adelaide; Signy, isole Orcadi Australi

Italia - Terra Nova, regione del mare di Ross

lndia - Maitri, Terra della Regina Maud

Cina - Great Wall, isola King George, Shetland Australi; Zhongshan, tavolato di Amery

Cile - Teniente Rudolfo Marsh, isola King George, Shetland Australi; Arturo Prat, isola di Greenwich, Shetland Australi; O'Higgins, penisola della Trinità

Francia - Dumont d'Urville; Port Martin, Terra di Adélie

Sudafrica - Sanae lV

Giappone - Syowa, Terra del Principe Harald

Brasile - Comandante Ferraz

Corea del Sud - King Sejong, isola King George

Norvegia - Terra di Dronning Maud, Terra della Regina Maud

Finlandia - Aboa, Terra della Regina Maud

Spagna - Juan Carlos l, isola Deception

Ucraina - Vernadsky, isola Galindez

Polonia - Arctowski

Uruguay - Artigas, isola King George



In un'estesa area del mare di Weddell, che raggiunge profondità fino a 5000 metri, galleggiano iceberg e ghiaccio alla deriva e, nelle zone più a sud, la barriera di ghiaccio. 
Il mare di Weddell, che deve il nome all'esploratore Jmes Weddell (1787-1834) e che costituisce la parte meridionale dell'oceano Atlantico, penetra nella massa continentale della regione antartica, dividendola in Antartide occidentale e orientale.



Lastroni di ghiaccio e iceberg caratterizzano l'aspetto dell'oceano Antartico. Qui forme bizzarre nascono e spariscono in un tempo relativamente breve.
Le differenze di temperatura tra le varie stagioni, determinando l'aumento della massa di ghiaccio, sono all'origine di questo ciclo.



Nella Terra Victoria si eleva il vulcano Melbourne con un'altitudine di 2733 metri.
Le vette dei monti Transantartici sono le uniche a non essere interamente ricoperte dal ghiaccio.



Su un'isola del mare di Ross s'innalza il vulcano Erebus (3795 m), ancora attivo, che dopo un lungo periodo di quiescenza, ha eruttato nel 1995.



Catene montuose dei monti Transantartici: un ghiacciaio si forma nel corso del tempo attraverso la graduale compattazione della neve che cade più abbondante durante il semestre invernale.


Nessun commento: