mercoledì 30 marzo 2016

RICHARD ALAN MEIER - Vita e opere (Life and Works)



RICHARD ALAN MEIER


Richard Alan Meier si è laureato nel 1957 alla Cornell Universiiy e ha lavorato per diversi studi, compresi Skidmore, Owings & Merrill e quello di Marcel Breuer. 
Durante un viaggio in Europa ha conosciuto anche Le Corbusier. Nel 1963 ha aperto un suo studio a New York. In un primo momento Meier ha costruito in prevalenza ville unifamiliari ispirate all'eleganza piena di grazia delle "case bianche" degli anni Venti e Trenta e di cui esempi rilevanti sono la casa Smith a Darien, nel Connecticut (1965-1967), la casa Saltzman a East Hampton, New York (1967-1969), la casa Weinstein a Old Westbury, NewYork (1969-1971) e la casa Douglas su un terreno erto e boscoso a Harbor Springs, nel Michigan (1971-1973). 
Meier è diventato famoso all'inizio degli anni Settanta per la mostra collettivo dal titolo "Five Architects", tenutasi presso il Museum of Modern Art nel 1969 e accompagnata da una pubblicazione che spiegava I'opera di Meier, di Peter Eisenman, di Michael Graves, di Charles Gwathmey e di John Heiduk. 
Il Twin Parks Northeast Housing (1969-1974) e il Bronx Developmental Center (1970 -1977) hanno dato a Meier I'opportunità di progettare complessi urbani di grandi dimensioni. 
Uno dei suoi progetti di maggior successo è stato l'Atheneum, sorto tra il 1975 e il 1979 a New Harmony, nell'Indiana. Dal 1983 ho insegnato all'American Academy e all'lnsiitute of Arts and Letters. 
Gli anni Ottanta hanno registrato un crescente interesse da parte di Meier per la progettazione di musei, come testimoniano la High Museum of Art di Atlanta, in Georgia (1980-1983) e il Museum für Kunsthandwerk di Francoforte sul Meno, in Germania (1979-1984). 
A Meier si devono anche il Museo di Arte Contemporanea di Barcellona, in Spagna (1987-1995 - ancora una volta un edificio prevalentemente bianco con ampie vetrate - e il Getty Center di Los Angeles, in California (1984-1997), un vasto complesso formato da edifici di diverse tipologie, con aree verdi e spazi aperti, caratterizzato da facciate in cui si alternano con regolarità sezioni con pannelli bianchi e vetrate e sezioni di travertino lasciato grezzo.


OPERE PRINCIPALI

Casa Smith, Darien, Connecticut, 1965-1967

Casa Weinstein, Old Westbury, New York, 1969-1971


Casa Douglas, Harbor Springs, Michigan, 1973


Bronx Developmental Center, Bronx, New York, 1976

Hartford Seminary, Hartford, Connecticut, 1981


High Museum of Art, Atlanta, Georgia, 1983


Grotta House, New Jersey, 1985-1989
Frankfurt Museum of Decorative Arts, Francoforte sul Meno, 1992
Centro Amministrativo e Culturale di Ulma, 1994
Sede centrale dell'emittente TV Canal+, Parigi, 1995


Museo di Arte Contemporanea di Barcellona, Barcellona, 1995


Museum of Television & Radio a Los Angeles, 1996
Rachofsky House, Dallas, Texas, 1996


Getty Center di Los Angeles, in California (1984-1997)


Camden Medical Centre, Singapore, 1998
Sandra Day O'Connor United States Courthouse, Phoenix, Arizona, 2000


Chiesa Dio Padre Misericordioso per il Giubileo
nel quartiere romano di Tor Tre Teste, 1998-2003


Museo Frieder Burda, Baden Baden, Germania, 2004
Villaggio Jesolo Lido, Lido di Jesolo, Venezia, 2004


Museo dell'Ara Pacis, Roma, 2006


Università di Scranton, Connolly Hall, 2007
Municipio di San Jose, San Jose, California, 2004-2007
City Tower, Praga, Repubblica Ceca, 2004-2007
One Grand Army Plaza, Brooklyn, New York, 2003-2008
Italcementi i.lab, Bergamo, 2012
Vitrum Apartments, Bogotá, Colombia, 2013
Harumi Residential Towers, Tokyo, Giappone, 2009 - 2014


Ponte Meier, Alessandria, 2009 - 2016


RICONOSCIMENTI

Pritzker Prize, 1984
Royal Gold Medal dal Royal Institute of British Architects (RIBA), nel 1989
Laurea honoris causa dall'Università degli Studi di Napoli Federico II nel 1991
Nominato dal Governo Francese Commander of Art and Letters nel 1992
12 Honor Awards dell'AIA nazionale
31 Design Awards dell'AIA di New York City
Arnold W. Brunner Memorial Prize





Nessun commento: