giovedì 7 giugno 2018

GIUSEPPE TERRAGNI - Il razionalismo italiano (Italian Rationalism)


 Giuseppe Terragni (Meda, 18 aprile 1904 – Como, 19 luglio 1943) è stato un architetto italiano considerato il massimo esponente del razionalismo italiano.


Dopo aver terminato gli studi presso l'Istituto Tecnico di Como, Terragni frequentò il Politecnico di Milano e nel 1927 aprì a Como uno studio insieme al fratello Attilio. Con Luigi Figini, Gino Pollini, Sebastiano Larco, Ubaldo Castagnoli, Guido Freite e Carlo Enrico Rava fu tra i fondatori del "Gruppo 7", che rivendicava un approccio razionale e attuale all'architettura italiana. Lo stesso anno, alla Biennale di Monza, Terragni presentò il suo progetto per un'officina di produzione del gas, che riscosse un gronde successo. 
A dispetto dell'accademismo e della dura resistenza opposta da rivali come Marcello Piacentini, Terragni riuscì a portare a termine il complesso residenziale Novocomum, costrutto o Como tra il 1927 e il 1928, un edificio rigorosamente lineare, in cui i piani intermedi presentano spigoli arrotondati decorati con segmenti vitrei. 
Nel 1928 entrò a far porte del MIAR (Movimento Italiano per l'Architettura Razionale). 

L'opera più nota di Terragni è considerata, in genere, la sede del partito fascista a Como, la Casa del Fascio (1932-1936). Si tratta di un prisma di marmo bianco caratterizzato da potenti effetti di chiaroscuro realizzati sulla facciata geometrica. 

In occasione della prima Triennale di Milano, in collaborazione con altri architetti realizzò lo
Studio Artistico in riva al lago (1933). 

Nel 1936, a Como, costruì il parco-giochi Antonio Sant'Elia e, nel 1936 e nel 1937, la Casa
Bianca a Seveso; contemporaneamente lavorò con Pietro Lingeri al progetto per il Danteum di Roma. 

Disegnò inoltre, in collaborazione con Antonio Carminati, un'altra sede del partito fascista nello città di Lissone (1938). 

La Casa Frigerio a Como (1939-1940) è considerata I'ultima realizzazione importante di Terragni.


OPERE

Facciata dei primi due piani dell'albergo 'Metropole Suisse' a Como (1926-1927)

Novocomum di Como (1927–29)

Monumento ai Caduti della I Guerra Mondiale di Erba (CO) (1926- 1932)
      
Monumento ai caduti di Como (1931-1932)

Tomba Stecchini, Como (1932)

Sala O della Mostra della Rivoluzione Fascista a Roma (1932)

Albergo Posta, Como (1930 - 1935)

Progetto per una Villa con darsena, (1932)

Tomba Pirovano, Como (1936)

Casa del Fascio di Como (1932-1936)
  
Casa Rustici a Milano (1933-1935) in coll. con Pietro Lingeri

Villa Lempicka a Brienno (CO), (1933), non eseguita

Casa Toninello a Milano (1933) in coll. con Pietro Lingeri
  
Casa Ghiringhelli a Milano (1933 in coll. con Pietro Lingeri

Casa di vacanze sul lago per l'artista (progetto non realizzato per la V Triennale di Milano, 1933), con Cereghini, Dell'Acqua, Giussani, Lingeri, Mantero, Ortelli, Ponci, Radice e Nizzoli

Monumento a Roberto Sarfatti sull'altopiano di Asiago (1934)
  
Casa Lavezzari a Milano (1934) in coll. con Pietro Lingeri

Casa Rustici-Comolli a Milano (1935) in coll. con Pietro Lingeri

Villa per il floricoltore Bianchi a Rebbio (CO), 1935-37

Progetto per una Villa sul lago, 1936

Sala della motonautica e Sala del canottaggio alla Mostra nazionale dello Sport in coll. con Pietro Lingeri

Palazzo Terragni a Lissone, già Casa del Fascio, in Brianza, (1938-1940)

Villa Bianca a Seveso (1936-1937)

Asilo Sant'Elia di Como (1936-1937)
  
Casa Pedraglio a Como (1935-1937)

Villa per un floricoltore a Rebbio (1936-1937)

Casa ad appartamenti Giuliani-Frigerio a Como (1939-1942)


Studi e progetti non realizzati

Progetti presentati alla prima esposizione dell'architettura razionale a Roma, 1928
1927, Fonderia di tubi

1928, Officina per la produzione del gas, Como


Concorsi

1934, Concorso per il Palazzo Littorio a Roma, in coll. con Antonio Carminati, Pietro Lingeri, Marcello Nizzoli, Mario Sironi, Luigi Vietti, Ernesto Saliva

1937-38, Palazzo dei Congressi e dei Ricevimenti all'E.42, in collab. con Cesare Cattaneo e Pietro Lingeri


Progetti e studi

1938, Danteum a Roma

Nessun commento: